Il saluto del quartiere a Zenepe, uccisa dal marito

L’uomo si era poi suicidato in carcere. Le salme trasferite in Albania per le esequie

L'ultimo saluto a Zenepe Uruci
L'ultimo saluto a Zenepe Uruci

Terni, 7 aprile 2023 Nel venerdì di Pasqua, tante persone si sono radunate davanti alla chiesa di Santa Maria del Rivo, a Borgo Rivo, per un ultimo saluto a Zenepe Uruci, la 56enne uccisa a coltellate dal marito dieci giorni fa. L’uomo, Xhafer, si era poi suicidato in carcere.

Zenepe da 17 anni lavorava nelle pescheria del quartiere, proprio davanti alla chiesa, e in tanti hanno voluto renderle un ultimo omaggio, alla presenza dei figli e del parroco  storico di Borgo Rivo, don Luca Andreani. Le salme di moglie e marito saranno trasferite in Albania e ieri sul piazzale della chiesa c’è stata un’apposita raccolta fondi.

Prossimamente ne sarà organizzata un’altra dalla pescheria, listata a lutto, per sostenere la famiglia. Il figlio della coppia, in lacrime, ha ringraziato i presenti. Zenepe era stata uccisa la scorsa settimane  a coltellate dal marito per gelosia, al culmine di un’ escalation di violenze fisiche e verbali che andava avanti purtroppo da tempo. L’uomo, disoccupato da anni, con problemi di salute, si era suicidato in carcere a meno di 48 dall’arresto.