Il sindaco di Terni Leonardo Latini
Il sindaco di Terni Leonardo Latini

TERNI, 28 MAG - «In questi mesi che ci separano dalla decisione finale, mi auguro che ci sia coesione e partecipazione nella massima trasparenza in tutti i complessi passaggi che porteranno all'esito di questo nuovo capitolo della lunghissima storia delle acciaierie ternane, che meritano la massima considerazione e il massimo rispetto»: lo ha detto il sindaco di Terni Leonardo Latini nel corso della call sulla
situazione dell'Ast convocata dal ministero dello Sviluppo economico.
«Le recenti decisioni di TK sul sito ternano - ha spiegato Latini - hanno destato notevole preoccupazione in città, sia tra
le istituzioni che a livello sindacale: una preoccupazione che, possiamo dire oggi, riguarda le modalità e le tempistiche della
complessa operazione di ricerca partner o di vendita, e poi l'esito finale per come esso influirà sul futuro dell'azienda e
quindi anche su quello dei lavoratori e dell'economia cittadina».
Per il sindaco è «fondamentale che sia riconosciuta la strategicità del sito all'interno di un piano nazionale per la siderurgia che deve prendere quanto prima forma nella consapevolezza dell'importanza di questo settore, in particolare in riferimento agli acciai speciali». «È altrettanto importante - ha aggiunto -spingere per tutti gli interventi che possano contribuire a sostenere le nostre industrie, specie quelle
energivore come Ast». Il sindaco ha quindi ribadito un appello alla coesione a tutti i livelli istituzionali e alla condivisione di ogni futuro
passaggio, con l'azienda e le parti sociali.