di Alessandro Orfei Un confronto franco, schietto e con tutti i temi sul tavolo. Giovedì pomeriggio il sindaco Stefano Zuccarini ha incontrato un gruppo di residenti del centro storico e sul tavolo sono stati squadernati tutti i temi che tengono banco in questo momento, dal degrado di alcune vie del centro storico alla preoccupazione dei cittadini per i sempre più frequenti episodi di violenza. "Abbiamo illustrato le nostre preoccupazioni per i pochi controlli che vediamo sul territorio in caso di necessità", ha detto...

di Alessandro Orfei

Un confronto franco, schietto e con tutti i temi sul tavolo. Giovedì pomeriggio il sindaco Stefano Zuccarini ha incontrato un gruppo di residenti del centro storico e sul tavolo sono stati squadernati tutti i temi che tengono banco in questo momento, dal degrado di alcune vie del centro storico alla preoccupazione dei cittadini per i sempre più frequenti episodi di violenza. "Abbiamo illustrato le nostre preoccupazioni per i pochi controlli che vediamo sul territorio in caso di necessità", ha detto Gabriele Pascucci, uno dei residenti che si è fatto promotore dell’iniziativa.

Il problema, su cui hanno concordato sindaco e residenti, è che la polizia municipale non può lavorare oltre mezzanotte e che la polizia di notte presenterebbe una sola pattuglia per sorvegliare non solo Foligno. Quindi poco rispetto a quanto servirebbe. Ecco che si è dunque affacciata nella riunione l’ipotesi della vigilanza privata, magari a carico del Comune. Un dossier tutto da verificare nella fattibilità, soprattutto con la Prefettura e la Questura di Perugia. Intanto però i cittadini non hanno intenzione di fermarsi e hanno in cantiere altre iniziative. Su tutte c’è l’idea dell’incontro con i commercianti e le attività del centro storico, con l’obiettivo di pianificare nuove iniziative. E sul futuro di piazza Matteotti, i cittadini sono sensibili. E’ stato lanciato un sondaggio dalla popolarissima pagina ‘Segnalazioni Foligno’ per chiedere ai cittadini "quale progettoidea proporresti per rilanciare e riqualificare come merita piazza Matteotti?". In testa la risposta relativa ad una immediata realizzazione di videosorveglianza e poi creare uno spazio dove le persone possano far divertire i propri bimbi.

Sul piano politico, alle richieste di dimissioni arrivate dall’opposizione di centrosinistra, il sindaco Zuccarini e la maggioranza hanno risposto ad alta voce: "La verità è che la situazione di piazza Matteotti è arrivata a livelli di allarme proprio perché da anni nessuno è mai intervenuto per cercare di sanarne il degrado. I precedenti amministratori si sono affacciati per anni dalle nostre stesse finestre, ci sono passati vicino tutti i giorni come noi, hanno raccolto segnalazioni e lamentele come noi, ma loro sì, hanno preferito far finta di non sentire e di non vedere. Hanno fatto sì che si creasse una sorta di enclave nel cuore della città, abbandonato al più completo degrado: un luogo seminascosto lasciato in balia di balordi, spacciatori e delinquenti. Una cosa è certa: chi oggi ci punta il dito addosso, in tutti questi anni ha preferito scegliere di non fare nulla: e chi non contrasta il crimine se ne rende complice".