Repair Cafè in riva al lago. A Paciano meno rifiuti e maggiore manutenzione

Arriva la "scuola" con l’obiettivo di riparare gli oggetti guasti per regalar loro una seconda vita e anche per ridurre la produzione di immondizia.

Repair Cafè in riva al lago. A Paciano meno rifiuti e maggiore manutenzione
Repair Cafè in riva al lago. A Paciano meno rifiuti e maggiore manutenzione

Meno rifiuti, più manutenzione. Rispettando il valore degli oggetti e non riducendoli a immondizia quando possono ancora essere utili, in tanti modi. In Europa i Repair Cafè sono di gran moda, specie tra i giovani che colgono così un’interessante opportunità di lavoro. Si tratta di luoghi-simbolo dell’economia circolare, dove qualsiasi oggetto può essere riparato. Evitando sprechi e inutili appesantimenti della catena di smaltimento dei rifiuti. E adesso arriva anche nella piccola ma attenta comunità di Paciano la "scuola" per riparare gli oggetti guasti per regalargli una seconda vita e per ridurre la produzione di rifiuti. Questo lo scopo del "repair cafè", che a Paciano diventa ora oggetto di un corso di formazione vero e proprio. Su iniziativa di "Rifiuti Zero Umbria", in collaborazione con il Comune, la Fondazione terzo Millennio ed il Repair Cafè di Perugia, è in partenza a Paciano una serie di incontri per imparare le tecniche per effettuare piccole riparazioni di vari tipi di oggetti. "Dobbiamo RIcominciare a riparare oggetti che hanno una vita troppo breve", è il pensiero dei promotori del laboratorio di formazione sulla riparazione. Il corso sarà articolato in quattro incontri: il 28 settembre, il 5-12 e 19 ottobre 2023, presso Palazzo Baldeschi dalle 18.30 alle 20. I posti del corso sono limitati. Per iscriversi occorre inviare un’email a: [email protected]. Il costo per la partecipazione è di € 20 più € 10 per il costo della tessera che dà diritto alla copertura assicurativa.

Il catalogo degli oggetti che si posso riparare in questi locali simboli dell’economia circolare, è molto ampio. In primo luogo ci sono tutti gli articoli che riguardano il settore degli elettrodomestici e dell’informatica. Un universo dove, per esempio quando si rompe una lavatrice o un pc, il consumatore sente ripetersi sempre la solita litania: "Le conviene comprarlo nuovo…". Poi la sartoria. L’idea di ricucire o sistemare con una semplice risarcitura un vestito ancora nuovo, è ormai scomparsa dal nostro orizzonte di consumatori compulsivi. Con i Repair Cafè torna di attualità. E infine, ci sono gli oggetti della nuova mobilità, dalla bici al monopattino, e gli articoli dell’artigianato, dal vaso al portacenere. Per non trascurare un ulteriore aspetto sociale, quello del tempo che si trascorre insieme imparando ad aggiustare gli oggetti e poi avviando questo tipo di attività nel tempo libero. Tra una chiacchiera e un caffè, appunto: riparando.