Piccoli centri. Passato e futuro a confronto

Domani al Centro Musica di San Francesco si terrà un convegno sull'identità di luogo e sulle pratiche abitative nei piccoli centri italiani. Interverranno David Gori, Luca Alici, Daniele Parbuono, Daniele Monaco ed Elisa Rondini. Dibattito coordinato da Vaquero Piñeiro.

Piccoli centri. Passato e futuro a confronto
Piccoli centri. Passato e futuro a confronto

UMBERTIDE - "(Ri)generare comunità. Voci di luogo tra passato e futuro". Questo il titolo del convegno che si terrà domani alle 9.30 al Centro musica di San Francesco nell’ambito del progetto di rilevanza nazionale intitolato "Abitare i margini, oggi. Etnografie di paesi in Italia" e che vede proprio Umbertide, ma non solo, tra i suoi luoghi oggetto di indagine. Organizzato dal Dipartimento di Filosofia, Scienze sociali, umane e della formazione (Fissuf) dell’Università Perugia, in collaborazione con la Fondazione Progetto Valtiberina presenterà alcune esperienze di ricerca sui temi dell’identità di luogo e delle pratiche abitative, con particolare riferimento alle relazioni con l’appartenenza comunitaria realizzate nel corso di quest’anno. Oltre ad Umbertide i comuni coinvolti in Umbria sono Magione, Montecastello di Vibio e Paciano. Più in generale la ricerca etnografica coinvolgerà 16 paesi collocati in diverse aree d’Italia, dal nord alle isole e avrà durata triennale con lo scopo di studiare e comprendere da un lato la qualità della vita e del benessere degli abitanti dei piccoli centri e dall’altro capire nel dettaglio la vita sociale, culturale e la reale attitudine di presa in cura del territorio. Interverranno al convegno David Gori, presidente di Progetto Valtiberina, i docenti Luca Alici e Daniele Parbuono, i ricercatori Daniele Monaco ed Elisa Rondini, umbertidese. Al termine dei lavori il dibattito coordinato dal docente Vaquero Piñeiro.

Pa.Ip.