Municipale: Pirro nuova comandante. Autovelox, telecamere e nodo-Ztl

Spoleto, il sindaco alla presentazione dei vertici della polizia locale: "Multe, no a una politica di repressione" .

"No a una politica di repressione e di multe, il comando dei vigili urbani deve regolare il rapporto con cittadini e turisti". Con queste parole il sindaco Andrea Sisti ha presentato ufficialmente la nuova comandante dei vigili urbani, dottoressa Alessandra Pirro. Dopo aver ricoperto il ruolo di dirigente del settore “Polizia Locale e Mobilità“ del Comune di Orvieto, dal primo agosto ha preso servizio a Spoleto in sostituzione dell’ex comandante, Massimo Coccetta, andato in pensione il 31 luglio. La dottoressa Pirro ha avuto a disposizione già due mesi per prendere visione dei progetti già avviati e per conoscere il funzionamento del comando di Spoleto. "A lei – afferma il sindaco – abbiamo affidato l’incarico di organizzare la Polizia Municipale. Non abbiamo dato particolari indicazioni sarà la stessa dottoressa a decidere come organizzare al meglio gli uffici e il lavoro". Alla presentazione hanno preso parte anche il vicesindaco e assessore alla polizia municipale Stefano Lisci, il vicecomandante Maurizio Gioacchini e l’ufficiale responsabile del Nucleo infortunistica stradale e Polizia giudiziaria, Gianluca Ranucci. La polizia locale opera in vari settori e tra gli impegni più imminenti già programmati da tempo c’è l’attivazione dell’autovelox all’uscita della due corsie Foligno-Spoleto, ma anche l’attivazione del revisionato sistema di videosorveglianza e l’ampliamento della Ztl. La stessa comandante sta inoltre lavorando in stretta collaborazione per individuare la nuova e funzionale sede della Polizia municipale che, come noto, dovrà lasciare a breve la sede di piazza Garibaldi. Su questo specifico tema è intervenuto direttamente il sindaco Sisti.

"La sede di piazza Garibaldi – ha affermato il primo cittadino – è più indicata per un punto informazioni, il comando dei vigili urbani deve essere collocato in una sede più funzionale. Stiamo valutando due diverse ipotesi. La prima in centro storico nella ex sede della Fondazione Carispo in piazza Pianciani e la seconda possibilità invece è l’immobile del centro commerciale di San Nicolò, nello stesso stabile dell’agenzia delle entrate". Il sindaco ha colto l’occasione per annunciare una sorta di "rivoluzione logistica" delle sedi degli organi di sicurezza. Il nuovo comando dei vigili del fuoco dovrebbe sorgere al Campo Boario, mentre la ex sede della comunità montana potrebbe ospitare la protezione Civile.