Marco Materazzi, Leonardo Cenci e Brunello Cucinelli
Marco Materazzi, Leonardo Cenci e Brunello Cucinelli

Corciano, 31 agosto 2017 - «Ho una sorpresa per te... ». Così Marco Materazzi abbraccia Leonardo Cenci e gli consegna la Coppa del Mondo. «Perchè sei tu il vero Campione... », dice l’ex Grifone al presidente di Avanti Tutta. La gente, tantissima, sugli spalti del parco sportivo «Don Alberto Seri» di Solomeo, non smette di applaudire. L’emozione è palpabile. Cenci alza al cielo il trofeo e lo dedica a tutti i malati: «Spero che possa essergli di esempio per trovare la forza e l’energia di combattere la malattia, come sto facendo io tutti i giorni», dice.

Hanno vinto solidarietà, amicizia e sport al triangolare di beneficenza «Avanti Tutta, la partita della vita. Leoni, diamo un calcio al cancro», che si è svolto ieri pomeriggio. L’iniziativa, ospitata da Brunello Cucinelli, è stata organizzata dall’associazione Avanti Tutta onlus in collaborazione con gli ex grifoni Marco Materazzi e Fabrizio Ravanelli, il magistrato perugino Sergio Sottani, Procuratore Generale della Corte d’Appello di Ancona, e Leonardo Rocchetti, esperto in comunicazione. «Ho deciso di collaborare all’organizzazione di questa iniziativa - ha spiegato Materazzi - per lo spirito che vedo negli occhi di Leonardo ogni giorno, combattendo la sua ‘battaglia’ e lanciando un messaggio di speranza. Conosciamo la sua situazione e non l’ho mai visto una volta con gli occhi tristi ma sempre con quelli di una tigre, con la forza di andare avanti e lottare».

Tantissimi i big del mondo del calcio che hanno partecipato all’evento formando la squadra delle Glorie. Oltre a Materazzi e Ravanelli, sono scesi in campo Ciro Ferrara, Guglielmo Stendardo, Marco Negri, Francesco Colonnese, Bostjan Cesar, Luciano Zauri, Franco Colomba, Andrea Mazzantini, Marco Gori, Fabrizio Nofri, Daniele Tacconi, Marco Amelia, Gianluca Tella, Francesco Franzese, Roberto Fata, Paolo Ferrara, Riccardo Stefanelli, Alessio Piastrelli, Tony Dervi, Luca Quarta e molti altri.

La Rappresentativa nazionale di calcio dei magistrati, capitanata dal consigliere del Csm Luca Palamara, era composta da: Rocco Alfano, Paolo Abritti, Fabrizio Basei, Dino Boragine, Gianandrea Chiesi, Marco Mancinetti, Luca Marzullo, Paolo Nasini, Livio Sabatini, Sallicano, Filippo Santangelo, Sergio Sottani, Antonello Verdi, Vincenzo Conte.

La squadra degli Amici del Leo, infine, era formata da: Antonio Mezzancella, Luca Pellegrini e Fabrizio Fabbi (7 Cervelli), Lorenzo Campanile, Andrea Lupattelli, Matteo Perelli, Lorenzo Fasola, Giancarlo Ranciati, Gianluca Bazzica, Antonello Orlandi, Matteo Minelli, Adriano Locchi, Leonardo Rocchetti, Paolo Bartoli, Antonio Marchetti, Filippo Porrozzi, Marco Bobo, Stefano Storti, Carlo Bizzarri, Gianluca Martinelli, Giulio Caporali, Claudio Carlani, Alex Massetti, Simone Burnelli, Simone Falomi, Fabio Seppoloni, Massimiliano Pausillo. All.: Gian Gabriele Binaglia. Medico: Francesco Colautti. Fisioterapista: Cristian Cannoni.

Per la cronaca il triangolare è stato vinto dalle Glorie che hanno sconfitto gli Amici del Leo per 2-0 (reti di Materazzi e Negri) e la Rappresentativa magistrati per 4-0 (2 Paolo Ferrara, Negri e Ravanelli). Secondi classificati sono stati gli Amici che hanno pareggiato 1-1 contro i magistrati (Porrozzi-A, Conte-M).

A presentare la serata il giornalista Marco Taccucci, con il contributo di Mauro Casciari di Radio Rai2 e dell’imitatore Antonio Mezzancella. Al termine del triangolare la serata è proseguita presso la mensa aziendale di Brunello Cucinelli, presente insieme alla famiglia al gran completo. Assente l’ospite d’onore Paolo «Pablito» Rossi, che ha inviato un messaggio rivolto a tutti gli intervenuti.