Il comandante. Piersigilli va in pensione

Il dirigente Marco Piersigilli si è ritirato dopo una lunga carriera nella polizia penitenziaria, durante la quale ha ricoperto ruoli di responsabilità e ha dato un nuovo impulso alla gestione dell'Istituto di Spoleto. Ha ricevuto attestazioni di stima anche dal Ministero della Giustizia.

Il comandante. Piersigilli va in pensione
Il comandante. Piersigilli va in pensione

SPOLETO - Il 31 gennaio è stato l’ultimo giorno di servizio del dirigente Marco Piersigilli, comandante del reparto di polizia penitenziaria della casa di reclusione di Spoleto. La sua carriera inizia nel 1984 con il corso da agente, per poi divenire il sovrintendente più giovane d’Italia nel 1987, Ispettore nel 1994 e funzionario con il grado da commissario nel 2003 sino a dirigente nel 2020, ruolo ricoperto fino al pensionamento. Ha comandato reparti di polizia penitenziaria negli Istituti di pena come Bergamo, Civitavecchia, Regina Coeli. Arrivato a Spoleto con funzioni di Comandante proprio il 1 febbraio del lontano 2013, il dirigente Piersigilli ha dato subito una nuova impronta alla gestione dell’Istituto, supportato dal personale di polizia, del personale civile del Ministero della Giustizia, dall’area sanitaria e istituendo un rapporto diretto con la popolazione detenuta. Attestazioni di stima anche dal Ministero della Giustizia.