Elena Friuli e Alessandro Salvatori sosterranno gli orali in compagnia del loro avatar
Elena Friuli e Alessandro Salvatori sosterranno gli orali in compagnia del loro avatar

Perugia 1 luglio 2016 - AL POLITECNICO «Capitini» gli studenti dell’indirizzo «Sia» (sistemi informativi aziendali) sostengono gli orali in compagnia del proprio «avatar». I ragazzi, in linea con lo spirito del Piano nazionale per la scuola digitale, affrontano dunque l’Esame di Stato in stile 3D. «La tecnologia avanza – dice il preside dell’Itc Silvio Improta – e gli allievi ne hanno fatto il trampolino di lancio per il futuro. Con questi nuovi sistema, invece di presentare la tesina con slides o in formato cartaceo, la proporranno alle commissioni attraverso la SimSchool, il mondo virtuale che già da un anno viene usato al Capitini per sperimentazioni didattiche». Ma come funziona il sistema? C’è uno spazio virtuale, «Isola Polvese», nel quale si entra con l’avatar-alunno che illustrerà attraverso ambienti, arredi, testi e oggetti l’argomento scelto e approfondito da presentare alla commissione d’esame. A spasso per l’«Isola Polvese» si incontrano giardini per discutere sulla decrescita felice, orti per parlare di agricoltura biologica, parchi eolici per affrontare il tema delle energie, ma ci si imbatte anche nel deposito di Paperon de Paperoni per parlare di investimenti e capitali e poi case museo dove rileggere la storia recente. Al termine degli esami sapremo poi se gli avatar sono stati in grado di gestire le emozioni dell’esame meglio degli umani...