Drogati già a dodici anni. Comunità Incontro lancia l’allarme dipendenze

"Negli adolescenti aumento considerevole dell’uso di sostanze di ogni tipo". Campagna social anti-fake news e per una corretta comunicazione sul tema. .

Drogati già a dodici anni. Comunità Incontro lancia l’allarme dipendenze

Drogati già a dodici anni. Comunità Incontro lancia l’allarme dipendenze

Dodici anni. E’ l’età, sempre più bassa, del primo contatto dei giovani con le sostanze stupefacenti. Lo denuncia la Comunità Incontro di Amelia in occasione della Giornata internazionale contro l’abuso e il traffico illecito di droghe, che ricorre oggi. Per l’occasione la struttura di recupero fondata da don Pierino lancia una campagna informatva contro le fake news e diffonde sui propri profili social video informativi con protagonisti alcuni ospiti della Comunità. Gli stessi video saranno oggi veicolati sui canali social della Rai.

"In uno scenario in continua evoluzione – così la Comunità Incontro – preoccupa la significativa tendenza al consumo di sostanze psicoattive riscontrata nella fascia d’età 12-19 anni. Gli adolescenti presentano un aumento considerevole dell’uso di sostanze di ogni tipo, sperimentando sempre più spesso oppioidi sintetici ottenuti facilmente su piazza ma anche via internet".

"Occorre fermare questo trend con interventi mirati per identificare condizioni di rischio e di vulnerabilità – afferma il capo struttura, Giampaolo Nicolasi - nonchè informare, sensibilizzare e combattere le fake news adottando efficaci forme di comunicazione che possano fornire gli strumenti necessari per conoscere i reali rischi associati alle dipendenze. Informazioni sbagliate o fuorvianti traggono in inganno i nostri giovani portandoli inesorabilmente verso le dipendenze o l’inconsapevole ed occasionale assunzione di sostanze letali, come nel caso del fentanyl, recentemente balzato agli onori delle cronache locali". Quindi per la Giornata internazionale contro la droga, la Comunità Incontro Onlus ha diffuso uno spot sui canali social proprio per sensibilizzare e responsabilizzare il pubblico e i giovani sul pericolo delle fake news: "Perché la prima forma di prevenzione contro le dipendenze è una corretta informazione". "Nel video, girato nei giorni scorsi a Molino Silla - aggiunge la Comunità – , appaiono nel ruolo di testimonial alcuni ragazzi impegnati nel percorso di recupero che si sono alternati per “sfatare” i principali falsi miti sulle sostanze e sulle dipendenze comportamentali. Il video è visibile sui profili Facebook e Instagram della Comunità Incontro ed è a disposizione per essere condiviso o pubblicato".

Ste.Cin.