La preside Laura Carmen Paladino
La preside Laura Carmen Paladino
Colpo di scena di mezza estate al Liceo Alessi: la preside Laura Carmen esce definitivamente di scena e cambia comune. La dirigente, infatti, che era risultata vincitrice del concorso ed era ancora in prova allo scientifico, ha conseguito la titolarità all’Istituto comprensivo Foligno 3 su decisione della direttrice scolastica regionale Antonella...

Colpo di scena di mezza estate al Liceo Alessi: la preside Laura Carmen esce definitivamente di scena e cambia comune. La dirigente, infatti, che era risultata vincitrice del concorso ed era ancora in prova allo scientifico, ha conseguito la titolarità all’Istituto comprensivo Foligno 3 su decisione della direttrice scolastica regionale Antonella Iunti. "L’incarico dirigenziale ed il conseguente contratto di lavoro – comunica il vertice del provveditorato – saranno conferiti individualmente con atti formali, attualmente in fase di definizione, decorrenti dal primo settembre 2020 e soggetti alla registrazione della Corte dei Conti. Il dirigente scolastico interessato al mutamento di incarico, dovrà comunicare l’avvenuta assunzione in servizio nella nuova sede a questo Ufficio ed alla Ragioneria territoriale delle Stato territorialmente competente".

Ora all’Alessi scatta il toto preside: sarà il reggente Silvio Improta, che ha governato il liceo da febbraio ad oggi, traghettandolo anche alla Maturità, ad amministrare definitivamente lo scientifico più importante della regione? Un incarico auspicato a gran voce dai genitori e dal Consiglio di Istituto della scuola che a più riprese hanno caldeggiato la presidenza Improta con lettere alla Iunti e all’assessore regionale all’istruzione Paola Agabiti. Come si ricorderà, infatti, la professoressa Paladino, già docente alla Pontificia Università di Roma, era stata contestata durante la manifestazione studentesca per come aveva gestito l’emergenza covid ma soprattutto per le ripetute assenze, che hanno costretto la Iunti a ricorrere all’istituto della reggenza per sette-otto volte. A gennaio si erano dimessi anche i due vice presidi professoressa Crisafi e professor Caporali.

Silvia Angelici