Dopo due anni alla guida della scuola di lingue estere dell’Esercito, il generale di brigata Uberto Incisa di Camerana cede il comando al parigrado Carta. "La Scuola è il cuore, il cervello e il motore della formazione linguistica, in ambito dell’intero comparto interforze, dei Corpi armati dello Stato e, più in generale, della pubblica amministrazione", ha detto Camerana, salutando e ringraziando tutto il personale. Alla cerimonia del passaggio delle consegne, che si è svolta nel chiostro del Complesso monumetale del Santa Giuliana, era presente anche il comandante per la formazione dell’Esercito, generale Salvatore Camporeale. Dopo la formula di riconoscimento e un breve intervento del nuovo vertice, Camporeale, evidenziando la naturale vocazione internazionale, multiculturale e inter- agenzia, ha ringraziato Incisa di Camerana per l’impegno profuso e i brillanti traguardi raggiunti.