Violate
Violate

Posto Occupato e Musica a
traverso M@T, Associazione
culturale, musicale solidale,
promuovono la Mostra “Violate” di Lelio Bonaccorso (nella
foto una delle opere) fino al 30 novembre nella Sala Consiliare “Tosca Bucarelli” (in via delle Torri 23), visitabile negli orari di apertura degli uffici del Quartiere 4. In dieci illustrazioni vengono rappresentate alcune modalità, fra le troppe, con le quali donne
di ogni età e condizione subiscono abusi. Lelio Bonaccorso le ha donate a “Posto Occupato” nel 2013. L’autore parte correggendo la prospettiva con la quale si tollerano alcune pratiche quotidiane
e arriva alla denuncia degli atti più eclatanti, culminanti con il femminicidio, ultimo atto estremo e irreversibile di come può essere esercitata violenza sulle donne, dalla molestia sul lavoro all’orrore delle spose bambine, dalla violenza assistita alla tortura dell’acido o delle percosse. Ne emerge un’umanità femminile varia, donne accomunate dalla solitudine che le avvolge in un silenzio del quale si nutre la spirale della violenza, spesso patita fino all’ultimo respiro. Tutte violenze rintracciabili nel quotidiano di troppe realtà, come emerge anche dall’ultima indagine Istat: in Italia 6 milioni 788 mila donne hanno subìto nel corso della propria vita una qualche forma di violenza fisica o sessuale, il 31,5% delle donne tra i 16 e i 70 anni. Un fenomeno senza distinzione geografica, economica e sociale.
Info: 055 2767134.