Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
21 mag 2022

"George il grande: dai suoi piedi passa la A"

Daniele Buzzegoli ha giocato con l’attaccante nerazzurro proprio con la maglia dei Sanniti: "Esplose nel momento giusto e ci trascinò"

21 mag 2022
michele bufalino
Sport
George Pușcaș, 26 anni, esulta sotto la Curva Nord dopo una vittoria. L’attaccante rumeno ha già vinto il campionato di serie B
George Pușcaș, 26 anni, esulta sotto la Curva Nord dopo una vittoria. L’attaccante rumeno ha già vinto il campionato di serie B
George Pușcaș, 26 anni, esulta sotto la Curva Nord dopo una vittoria. L’attaccante rumeno ha già vinto il campionato di serie B
George Pușcaș, 26 anni, esulta sotto la Curva Nord dopo una vittoria. L’attaccante rumeno ha già vinto il campionato di serie B
George Pușcaș, 26 anni, esulta sotto la Curva Nord dopo una vittoria. L’attaccante rumeno ha già vinto il campionato di serie B
George Pușcaș, 26 anni, esulta sotto la Curva Nord dopo una vittoria. L’attaccante rumeno ha già vinto il campionato di serie B

di Michele Bufalino

Ha lasciato il suo marchio a Pisa e a Benevento, diventando eroe di due città, di due mondi differenti, ma accomunati dalla stessa passione. Daniele Buzzegoli, "Buba" per gli amici, 39 anni, in nerazzurro ha conquistato una promozione in Serie B nel 2007, con Piero Braglia in panchina. Indimenticabile la sua lunga corsa sotto la Curva Nord, dopo aver segnato alla Sangiovannese in pieno recupero, una rete decisiva per la vittoria. Buzzegoli è stato però anche protagonista di una incredibile promozione in Serie A del Benevento, 10 anni dopo, portando per la prima volta i sanniti in massima serie. Quell’anno il suo cammino si è incrociato con quello di Puscas, eroe con 3 gol in 4 partite nei playoff vinti in giallorosso.

Oggi Puscas cerca di ripetere quella impresa e l’ex compagno Buzzegoli lo ricorda e incoraggia: "è un bravissimo ragazzo e un professionista serio – dichiara Buzzegoli, doppio ex della sfida -. Quell’anno non fu titolarissimo durante la stagione, arrivò molto giovane a Benevento, ma esplose nel momento più importante e con i suoi gol ci trascinò in Serie A. Fu un vero e proprio exploit. Spero che possa continuare a fare ciò che sta facendo a Pisa. Da gennaio ha dato un grande contributo alla squadra ed è un valore aggiunto, diventando in pochi mesi capocannoniere della squadra. Può essere l’uomo promozione, a Benevento lo è già stato e in nerazzurro chiuderebbe un cerchio cominciato qualche anno fa".

Ha il cuore diviso Buzzegoli tra Benevento e Pisa. L’ex centrocampista nerazzurro non fa pronostici, ma parla di chi meriterebbe più di tutti di tornare in Serie A: "Mettiamola così. Il Benevento ci è già stato recentemente, il Pisa manca invece dalla massima serie da 31 anni – prosegue Buzzegoli -. Voglio bene a entrambe le squadre, ma sarebbe più giusto che i nerazzurri promuovessero. La gente di Pisa se lo merita".

L’ex centrocampista ricorda i suoi anni pisani e beneventani: "Due piazze incredibili con una passione viscerale. Due anni in cui ho vissuto ricordi che non si potranno mai cancellare – continua il talentuoso doppio ex della sfida -. Ricordo ancora il gol con la Sangiovannese, quella corsa a perdifiato verso la curva. Ricordo ancora il mio primo gol in B con la divisa nerazzurra, una squadra che resterà sempre legata a me. A Benevento fu una stagione unica invece, non ho mai giocato a livelli così alti in un momento storico in cui già per la città era una prima volta arrivare in cadetteria, ma vincere e fare il doppio salto fu ancora più incredibile". "Sarò contento di fare quello che ho fatto martedì sera - conclude Buzzegoli - godendomi lo spettacolo davanti alla televisione. Non oso immaginare cosa sarà l’Arena".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?