Nel contesto europeo, il Belpaese si posiziona al primo posto
Nel contesto europeo, il Belpaese si posiziona al primo posto

In Europa si contano oltre 25 mila hotel di lusso nel 2019, il 2,1% in più rispetto al 2018. L’Italia è leader con circa 6 mila e 600 strutture (+2,0%), che rappresentano il 26,2% sul totale. Nella top tre seguono Germania (5.324, +1,5%) e Spagna (2.653, +2,7%), mentre Francia e Regno Unito occupano il quinto e il sesto posto. Il valore stimato delle vendite al dettaglio della ricettività luxury in Italia, che copre la spesa viaggiatori internazionali e nazionali, si aggira intorno agli 8 miliardi di euro nel 2019 (+2,9% sul 2018). Nel contesto europeo, il Belpaese si posiziona al primo posto, seguito dal Regno Unito con poco più di 7 miliardi di euro (GBP 6.215, +4,6%) e Francia 6,6 miliardi di euro (-1,2%). Per l’Italia, negli esercizi alberghieri in generale, il tasso netto di occupazione delle camere nel 2019 è del 51,8% (+1,6% sul 2018), mentre scende al 49,0% per i posti letto (+1,4% sul 2018), con un incremento sull’anno precedente per entrambi. Nel contesto europeo, l’Italia è al secondo posto nel 2019 per presenze di turisti stranieri (già dal 2012) nel complesso degli esercizi ricettivi, con un incremento dell’1,9% nel 2019 sul 2018. La tipologia ricettiva che acquisisce il maggior numero di presenze dall’estero è quella alberghiera: 140,6 milioni di notti (il 63,7 del totale 2019; +0,9% sul 2018) per l’Italia, 223,4 milioni per Spagna (il 74,7%; stabile), 103,6 milioni per UK (il 64,2%; -2,4%), 77,1 milioni per la Francia (il 56,7%; -6,2%) e 72,8 milioni per Germania (l’81,6%; +2,0%).