La scopa di rametti secchi è tra le creazioni più semplici da poter realizzare
La scopa di rametti secchi è tra le creazioni più semplici da poter realizzare

Approfittando d’essere ancora riuniti prima di tornare a scuola o a lavoro, l’Epifania, che, si sa, "tutte le feste si porta via", è l’ultima festività del periodo natalizio durante la quale potersi godere la propria famiglia e i propri cari; festeggiarla degnamente, dunque, è quasi obbligatorio, specie se si hanno bimbi in casa che tanto aspettano anche la consacrazione della simpatica vecchina nell’olimpo dei bimbi buoni. Per rendere più divertente questa festività si possono fare alcune attività creative che la vedono protagonista, molto utili anche per abbellire la casa a tema! Per una simpatica scopa della Befana, così magica che sta in piedi da sola e dondola, ad esempio, occorrono forbici, colla vinilica, un piatto di carta giallo, un bastoncino di legno, lana gialla e gomma crepla. Realizzate e ritagliate la sagoma della vostra scopa sul piatto di carta giallo precedentemente piegato così da avere un doppio spessore, fateci un foro per inserire il bastoncino e fissatelo, meglio se con una pinzatrice; con la colla spennellate l’intera scopa e attaccateci dei lunghi fili di lana che taglierete in seguito e che fisserete, una volta asciutti, con la gomma crepla. Molto più semplici da realizzare, invece, sono la scopa di rametti assemblati e legati con un filo colorato, il cappello della Befana, per cui occorrerà semplicemente ritagliare un cono di cartone e decorarlo a piacere.

Golosità
Preparare insieme pane e dolci, buoni e rigorosamente a tema!
Cucinare insieme piace molto ai bimbi, che in cucina esprimono tutta la loro creatività. Per una golosa condivisione, l’idea perfetta è preparare dei biscotti, a tema calza, da decorare a piacere con zuccherini, perline e codette colorate.
Ingredienti:
• 250 gr. farina; • 100 gr. burro; • 50 ml olio di semi di girasole; • 80 gr. zucchero; •1 pizzico di sale e 1 di bicarbonato; • 1 busta di vanillina; • 100 ml latte;
Procedimento: In una terrina unite il burro a temperatura ambiente, l’olio e la farina e amalgamate; aggiungete lo zucchero, il sale, la vanillina, il bicarbonato e il latte, formate una palla e fate riposare per mezzora in frigo. Stendete quindi la frolla e date forma di calza ai biscotti, cuocete in forno caldo a 180° per 20 minuti e decorate a piacimento quando si sono raffreddati.

La calza da appendere?
È più bella se artigianale
Materiali / Feltro, carta, cartoncini, juta: come utilizzarli con originalità
Durante le vacanze di Natale si ha più tempo per stare in famiglia e quale miglior momento per realizzare insieme alla famiglia le calze da appendere per l’arrivo della Befana? Grandi e capienti o più piccoline e decorative, sicuramente la calza non può mancare in casa, sia essa, come tradizione vuole, appesa al caminetto o sotto l’albero. Uncinetto, cucito creativo, patchwork, punto croce, merletto o altre tecniche possono essere utilizzate per farne di bellissime, così come è possibile usare materiali differenti quali la stoffa, in pannolenci, il feltro, la juta, il lino o il semplice cartoncino; l’importante è non mettere un freno alla propria creatività! Una molto semplice da fare anche coi bimbi più piccoli, è la calza di juta, per cui occorrono, oltre naturalmente il tessuto, una matita, un modellino della sagoma disegnato, della colla a caldo e le forbici. Una volta disegnata due volte sulla juta la sagoma della calza, tagliate e incollate le due parti così ottenute con la colla a caldo e il gioco è, volendo, già fatto. Abbellire la calza della Befana con perline, disegni, ritagli di stoffa e tutto ciò che vorrete sarà infatti il divertimento di chiunque partecipi all’attività, dando vita a creazioni uniche da conservare o da regalare; l’applicazione delle decorazioni potrà avvenire o con la colla a caldo o, approfittando della trama del tessuto, facendo passare dei fili di lana o dei nastri.

I giochi più divertenti da fare: caccia al tesoro, indovinelli e... travestimenti
Estro e fantasia / Anche al chiuso e con spazi più piccoli ti puoi sbizzarrire
Se le attività creative non sono nelle proprie corde o se i bambini in famiglia sono un po’ più grandi, una valida alternativa alle creazioni manuali può essere fare dei giochi insieme, naturalmente a tema. Molto divertente e adatto per chi ha più bambini a cui far trascorrere l’ultima festività natalizia e la prima del nuovo anno è organizzare una caccia al tesoro, spargendo indizi per la casa alla ricerca della succulenta calza ricca di dolciumi, caramelle e frutta secca, premio per il vincitore. Per dare un tocco di autenticità alla location del gioco, potete decorare la mappa e i foglietti degli indizi con immagini tipiche della festa (disegni di buffe Befanine e di variopinte calze) e addobbare l’ambiente con festoni composti da Befane di cartoncino e con delle piccole scope da sistemare a mo’ di soprammobili. In alternativa, la caccia al tesoro potrebbe avere come finalità il ritrovamento della simpatica vecchina, in carne e ossa. Per chi invece ha poco spazio ma un armadio abbastanza ricco, potrebbe essere divertente anche organizzare un concorso di bellezza per la Befana migliore, recuperando gonne, sciarpe, cappelli, calze e calzature più adatte da far indossare ai partecipanti per decretare la vecchina più ben conciata, coinvolgendo gli adulti a fare da giuria o anche a travestirsi con ciò che i più piccoli hanno trovato per casa, scopa e sacco di leccornie compresi! Per i genitori più creativi, inoltre, un’idea molto carina è preparare il classico calderone della Befana con all’interno oggetti vari e, naturalmente, l’oggetto da indovinare; chi conduce il gioco dovrà sottoporsi alle domande dei partecipanti per far svelare loro tramite indizi vari quale sia l’oggetto misterioso che la Befana ha sapientemente nascosto nel suo pentolone. Al vincitore (o alla squadra vincitrice se si partecipa in più persone), naturalmente niente carbone!