Whirlpool-Arçelik, primi sì da Londra: "L’accordo non blocca i concorrenti"

L’Antitrust del Regno Unito dà un via libera provvisorio alla joint-venture

Whirlpool-Arçelik, primi sì da Londra: "L’accordo non blocca i concorrenti"
Whirlpool-Arçelik, primi sì da Londra: "L’accordo non blocca i concorrenti"

Via libera provvisorio da parte dell’Antitrust del Regno Unito all’accordo con cui Arçelik, gruppo turco produttore di elettrodomestici, acquisirà tramite una nuova società di cui deterrà il 75%, tutti gli stabilimenti Whirlpool dell’area Emea (Europa, Medio Oriente e Africa). L’Autorità, si legge in una nota, ritiene che con l’operazione che farà nascere la joint venture "i consumatori britannici continueranno ad avere un’ampia gamma di scelta" e che dunque "non solleverà

problemi significativi sotto il profilo della concorrenza". La decisione, adottata da un comitato indipendente della Commissione Antitrust al termine dell’indagine, sarà adottata e formalizzata dall’Autorità del Regno Unito entro il 26 marzo.

Nella nota dei commissari britannici è evidenziato il fatto che, sebbene Arçelik e Whirlpool detengano entrambe una forte posizione di mercato, continueranno ad affrontare una concorrenza significativa da parte di altri fornitori. Ciò include fornitori e marchi ben noti come BSH (compresi i marchi Bosch e Neff), Haier Group (compresi i marchi Hoover e Candy), Samsung e LG; marchi dei rivenditori come Logik e Bush (Currys e Argos); e concorrenti più recenti come Hisense.

Il panorama competitivo è cambiato considerevolmente negli ultimi anni. La posizione di mercato di Whirlpool è diminuita significativamente negli ultimi dieci anni ed è probabile che le sue attività europee saranno fondamentalmente diverse in futuro. Allo stesso tempo, fornitori come il Gruppo Haier e Hisense hanno guadagnato quote di mercato ed è probabile che continueranno ad espandersi. Martin Coleman, presidente del comitato indipendente ha dichiarato: "Abbiamo collaborato con clienti, concorrenti e altri soggetti per comprendere l’impatto di questo accordo su aziende e consumatori. La posizione di mercato di Whirlpool è diminuita, nuovi operatori nel Regno Unito continuano a crescere".

In attesa del via libera definitivo il 26 marzo, nello stabilimento senese Whirlpool continueranno i giorni di cassa integrazione. Il disco verde nel Regno Unito è scontato, fino ad aprile i progetti di Arçelik sugli stabilimenti italiani ed europei resteranno riservati. Quando i turchi assumeranno il comando, riveleranno i loro piani industriali.