MASSIMO MONTEBOVE
Cronaca

Treni, la mossa del sindaco: "La nuova stazione è un’idea, ora rinforzate i servizi a Chiusi"

Sonnini scrive alla Regione proponendo di potenziare lo scalo in provincia di Siena e quello di Arezzo: "Tempi lunghi, ma il deficit infrastrutturale richiede risposte rapide".

Treni, la mossa del sindaco: "La nuova stazione è un’idea, ora rinforzate i servizi a Chiusi"

Treni, la mossa del sindaco: "La nuova stazione è un’idea, ora rinforzate i servizi a Chiusi"

Più fermate dell’alta velocità nelle attuali stazioni di Chiusi e Arezzo, con il potenziamento anche dei treni regionali e Intercity. Le richieste arrivano dal sindaco della città di Porsenna, Gianluca Sonnini, che lancia una inedita alleanza Chiusi - Arezzo con una accorata lettera aperta al presidente toscano Eugenio Giani.

Una missiva - si legge in una nota del Comune - che potrà essere firmata da tutti i sindaci interessati, superando ogni campanilismo, nell’interesse comune di rafforzare il trasporto ferroviario.

"Lo stato attuale del sistema infrastrutturale nell’area che collega territori della provincia di Siena e Arezzo con Roma e Milano – dice il sindaco Sonnini nella missiva – presenta numerose criticità a causa di una programmazione concentrata sulle grandi città, a discapito dell’equa fruizione dei servizi nelle zone periferiche".

"Recentemente – ricorda il sindaco di Chiusi – è stata individuata in Creti-Farneta la migliore localizzazione per realizzare la stazione in linea Medio Etruria, tuttavia sono sorte perplessità da parte della stessa Regione Toscana che necessitano di approfondimenti richiesti dalla Quarta commissione del Consiglio regionale competente su Viabilità, trasporti e infrastrutture. È evidente che per la costruzione della nuova stazione in linea sono necessari notevoli investimenti con tempi di esecuzione lunghi, mentre nell’area vasta coinvolti vi è un deficit infrastrutturale che richiede una risposta alla richiesta di mobilità sostenibile proveniente dai cittadini".

Sonnini chiede quindi da subito "un intervento tempestivo e con i mezzi a disposizione per ottenere l’incremento dei treni alta velocità nella stazione di Arezzo e il ripristino e l’aumento degli stessi nella stazione di Chiusi-Chianciano Terme, alternando gli orari tra le due stazioni e garantendo coppie di andata e ritorno verso nord e verso sud nella stessa giornata. Occorre inoltre il potenziamento dei rispettivi nodi di scambio con i servizi Regionali e Intercity, per il collegamento ‘metropolitano’ delle stazioni di Arezzo e Chiusi sia nelle fasce orarie scoperte dal servizio alta velocità sia per fornire un’alternativa economica e più accessibile ai cittadini". La lettera del sindaco Sonnini è stata trasmessa anche all’assessore regionale ai trasporti Stefano Baccelli e ai vertici di Trenitalia e Rfi.