Allarme sinagoga di Siena. "E’ tra gli undici monumenti più ’minacciati’ d’Europa"

Unico sito in Italia, insieme a una chiesa lombarda, per Europa Nostra e Banca europea per gli investimenti. Parzinger: "Solidarietà agli attivisti e alle comunità locali impegnate a salvare questo sito"

Enrico Fink presidente della comunità ebraica di Firenze e Siena
Enrico Fink presidente della comunità ebraica di Firenze e Siena

Siena, 1 febbraio 2024 – Europa Nostra e l’Istituto della Banca Europea per gli Investimenti hanno annunciato i monumenti e i siti del patrimonio culturale europeo più ’minacciati’ in Europa nel 2024.

Tra gli undici c’è anche la Sinagoga di Siena, unico sito in Italia con la chiesa di San Pietro in Gessate a Milano. Gli altri sono il sito archeologico di Murret e Portës a Durazzo in Albania, la Riserva storico-culturale di Amberd in Armenia, il Palais du Midi di Bruxelles in Belgio, le case popolari (courées) a Roubaix-Tourcoing in Francia, le Isole Cicladi, in particolare Sifnos, Serifos e Folegandros in Grecia, il Palazzo di Steinort, Masuria settentrionale in Polonia, la Casa dell’Esercito Popolare di liberazione della Yugoslavia di Šabac in Serbia, la chiesa greco-ortodossa di San Giorgio ad Altinözü in Turchia e, sempre in Turchia ad Hatay nella provincia di Antakya la Porta di Antiochia.

Il presidente esecutivo di Europa Nostra, Hermann Parzinger ha spiegato che "i siti del patrimonio culturale selezionati potrebbero essere demoliti o sono comunque minacciati da uno sviluppo inadeguato, dall’impatto devastante delle catastrofi naturali, dall’incuria o dalla mancanza di fondi. Con la pubblicazione di questa selezione, desideriamo trasmettere un forte messaggio di solidarietà e sostegno agli attivisti e alle comunità locali, profondamente impegnati a salvare questi siti. Il patrimonio culturale europeo deve essere preservato non solo come testimonianza del nostro passato comune, ma anche come catalizzatore per un futuro sostenibile, coeso e pacifico".

La direttrice dell’Istituto della Banca Europea per gli Investimenti, Shiva Dustdar, ha dichiarato che "il patrimonio culturale è una risorsa fondamentale per l’identità, l’attrattività e la crescita economica dell’Europa. Questa prima elezione dei progetti candidati ci ricorda quanto sia fragile e quanto lo diamo per scontato". I siti del patrimonio culturale in pericolo sono stati selezionati da una Commissione consultiva internazionale, composta da esperti di storia, archeologia, architettura, conservazione, analisi dei progetti e finanza. "Il terremoto del febbraio 2023 – recita una nota – ha causato danni strutturali alla volta della Sinagoga di Siena, e del tetto, che rimangono strutturalmente instabili.

Sono state prese tempestivamente delle misure per limitare l’accesso alla sala di preghiera. L’ingresso è tuttora delimitato da una corda, in modo che i visitatori e i turisti possano vedere la sala senza accedervi. Le funzioni religiose sono state spostate in una piccola area nella galleria delle donne al secondo piano".