Il priore Giovanni Arduini
Il priore Giovanni Arduini

Siena, 29 aprile 2020 - Il contenitore c’era già. Forse un pochino ’impolverato’ e magari da attualizzare. Ma quando è scattata l’emergenza coronavirus si è capito subito che, ora più che mai, occorreva fare squadra. E’ stato deciso di puntarci forte. Poteva risultare uno strumento prezioso per i contradaioli e, di riflesso, per la città. Così è in corso di elaborazione e di valorizzazione l’angolo ‘jobs competenze e attività’ del Nicchio. "Un contenitore – chiarisce il priore Giovanni Arduini – dove poter accedere per farsi conoscere. Una vetrina delle professionalità e delle capacità. Esisteva una sezione riservata a tale scopo che adesso viene però rilanciata e implementata in base alle mutate necessità. Chiaro che questo non rappresenta una panacea, piuttosto un’opportunità in più che intendiamo fornire ai nicchiaioli".
 

Chiamarla agenzia di collocamento è troppo. Ma se far circolare nome, volto e competenze, oppure le iniziative della propria attività in questo momento buio per tutti rappresenta uno spiraglio di luce, allora lo spirito dell’iniziativa è quello giusto. La lampadina si è accesa ad un componente della redazione del giornalino dei Pispini, ‘La Spannocchia’, trovando sostegno nella commissione solidarietà e in quella comunicazione con Mattia De Santis. Che spiega: "La sezione che era presente sul sito web della Contrada risultava poco visibile per cui stiamo lavorando per riadattarla e renderla meglio fruibile: sarà nella home page. Ci stanno arrivando già diversi curriculum da inserire ma anche le attività di nicchiaioli e del rione hanno apprezzato e inviato già le loro prime iniziative".
 

Scorrendo sul web la vecchia pagina ‘jobs’ ecco una rassegna di volti. L’idraulico e chi monta parabole, l’infermiera e lo studente. L’informatico e il tecnico di laboratorio. Qualcuno allega il profilo Linkedin. Ma serve andare oltre. Spingere di più sull’acceleratore. Finora c’erano soltanto competenze e professionalità dei contradaioli che volevano proporsi, "adesso – spiegano gli ideatori – saranno presenti anche i riferimenti delle loro attività al fine di creare uno spazio completo e utile a tutta la Contrada". Due le sezioni: la prima con i profili di professionisti, artigiani e commercianti, l’altra invece con eventuali annunci da parte dei nicchiaioli. Basta inviare il curriculum vitae, i riferimenti dell’attività commerciale quali link e foto, annunci e richieste: ci sono due numeri e una mail dedicata.
«Le Contrade hanno da sempre dato una mano ai loro ragazzi ad entrare nel mondo del lavoro. Prima era molto più semplice – conclude il priore –, ora bisogna aguzzare l’ingegno e servirsi anche della tecnologia".
© RIPRODUZIONE RISERVATA