Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
2 ago 2022

Lotta alla violenza contro le donne La ministra sceglie Vittoria Doretti

La fondatrice del ’Codice rosa’ nel comitato tecnico scientifico dell’Osservatorio presso le Pari opportunità "Dobbiamo raccogliere i dati e innescare sistemi di controllo. ’Unire i puntini’, come dico io"

2 ago 2022

"Nel 2009 il Codice rosa dell’Asl di Grosseto era una squadra con tanti occhi, ma un unico sguardo verso un solo orizzonte. Da quella piccola realtà il Codice Rosa è diventato una Rete in Toscana e oggi un modello per tutto il Paese. E fare squadra, o ’unire i puntini’ come dico io, è guardare nell’unica direzione, parlare insieme e costruiire insieme un percorso di sostegno alla donna, che sia agevole e sicuro. Su questa strada si va avanti, si può anche tornare indietro, ma comunque lavorare continuamente, per migliorare il metodo, adattarlo alla situazione e ai tempi". Da ieri ad oggi chi ha fatto strada, ma ne ha ancora tanta da fare, è la dottoressa Vittoria Doretti, senese, Mangia d’oro nel 2018, coordinatrice della Rete regionale Codice Rosa, direttrice del dipartimento Promozione della salute ed etica della salute della Asl Toscana sud est e dal 2021 consulente della Commissione di inchiesta sui femminicidi del Senato, appena nominata nel comitato tecnico scientifico dell’Osservatorio sul fenomeno della violenza nei confronti delle donne e sulla violenza di genere costituito presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento per le Pari opportunità e presieduto dalla ministra per le Pari opportunità. La dottoressa Doretti ricoprirà il ruolo per tre anni: la mamma del ’codice rosa sanitario toscano’ sarà l’osservatore speciale sul male della società di oggi, quella violenza divenuta ordinaria follia quotidiana. Come inizia questa storia? "Il progetto Codice Rosa è nato nel 2009 all’Asl di Grosseto ed è poi diventato il fulcro di una Rete regionale fortemente operativa contro la violenza su donne, bambini e anziani, in termini di prevenzione, assistenza e cura". Il percorso inizia dalla sanità ma non si esaurisce li, vero? "La Rete regionale collega e coordina tutte le forze che all’interno del servizio sanitario toscano lavorano per offrire alle vittime di violenza un ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?