Lezioni di protezione civile ’Io non rischio’: cosa fare in caso di calamità naturali

Stand e dimostrazioni nelle piazze della provincia. L’assessore Magi: "Fondamentale sapere come comportarsi in situazioni di emergenza".

Lezioni di protezione civile ’Io non rischio’: cosa fare in caso di calamità naturali

Lezioni di protezione civile ’Io non rischio’: cosa fare in caso di calamità naturali

Due giorni di ’buone pratiche di protezione civile’ sotto lo slogan ’Io non rischio’: ieri e oggi nelle piazze della provincia di Siena è tornato l’appuntamento di sensibilizzazione civica e di illustrazione delle tipologie di intervento nelle situazioni di pericolo da parte dei vari soggetti coinvolti. A Siena in piazza Matteotti, quindi a Colle Val d’Elsa, Chianciano Terme, Montepulciano, Monteriggioni, Monteroni d’Arbia, Murlo, Poggibonsi, Sovicille: tante le iniziative in campo per coinvolgere più cittadini possibile

"Abbiamo aderito alla campagna proposta dalle associazioni di protezione civile della nostra città – spiega l’assessore comunale Barbara Magi – perché è fondamentale divulgare tutte quelle informazioni necessarie a salvare la vita delle persone in caso di calamità naturali. Essere informati e sapere come comportarsi in caso di eventi come piogge intense, terremoti, incendi e quant’altro è importante per mettere in salvo la propria vita e quella delle persone che vivono attorno a noi. Ognuno di noi deve sapere come agire e cosa fare in caso di emergenze".

Concetti rilanciati anche da Ezio Sabatini, referente provinciale della protezione civile. "Coinvolgere i cittadini è un elemento chiave nella logica dei soccorsi – afferma – perché l’autoprotezione è fondamentale nei momenti di potenziale difficoltà. Sapere come muoversi in caso di terremoto o di alluvione è decisivo per contenere i fattori di rischio, anche attraverso cose banali ma che è bene assimilare bene per riuscire a metterle in pratica anche nei momenti concitati".

In piazza Matteotti i volontari Vab della sezione di Siena e la Pubblica Assistenza di Siena Odv incontrano i cittadini per illustrare i rischi e indicare i comportamenti corretti da seguire prima, durante e dopo un evento calamitoso.

Presenti anche gli operatori del Comune per illustrare le attività che possono essere messe in atto attraverso l’utilizzo della sala operativa della protezione civile comunale ’Giancarlo Rossetti’ in strada di Cerchiaia, e l’Università degli studi, con il dipartimento di Scienze fisiche della terrav e dell’ambiente, sezione di geologia.