"L’emozione c’è anche la terza volta. Vogliamo la comunità energetica"

Intervista a Fabrizio Nepi, sindaco di Castelnuovo Berardenga. "Stiamo lavorando su tre bandi" .

"L’emozione c’è anche la terza volta. Vogliamo la comunità energetica"

"L’emozione c’è anche la terza volta. Vogliamo la comunità energetica"

Fabrizio Nepi è stato confermato sindaco di Castelnuovo Berardenga con il 67,2% dei voti. Il candidato della lista Scelgo Castelnuovo Berardenga, espressione del centro sinistra, ha ottenuto 2.859 voti. Molto indietro gli altri. È uno dei primi sindaci ad iniziare il terzo mandato.

Nepi, una conferma che sta a significare, citando Vasco, "va bene così"?

"Anche, ma non solo. E’ la terza volta che indosso la fascia tricolore e l’emozione è, comunque, sempre molto alta".

E’ stata una grande conferma. "Assolutamente, riuscire a prendere quasi il 70 per cento significa che il nostro progetto è stato premiato dai cittadini".

Lei è uno dei primi sindaci ad arrivare il terzo mandato, quali sono le sensazioni?

"Nella nostra comunità si discuteva e si è discusso sul terzo mandato, ai partiti della coalizione avevo dato piena disponibilità e libertà di fare tutte le valutazioni del caso. Da lì ne è uscita una volontà di continuare questa esperienza e c’è stato un ottimo riscontro".

Qual è il suo commento sulla campagna elettorale?

"Una campagna elettorale molto partecipata. Abbiamo incontrato tutti i cittadini tre volte per tre fasi diverse. La prima per capire le loro sensazioni ed il loro stato d’animo, poi per capire le loro esigenze e necessità da inserire nel loro programma. Concludendo presentando il programma ed i candidati al consiglio comunale. Abbiamo evitato scontri e dialettica inopportuna, perché volevamo concentrarci sul nostro progetto di comunità".

Qual è la prospettiva per i prossimi cinque anni?

"Dobbiamo sempre tenere gli occhi aperti. Penso ai cinque anni passati e sicuramente viene in mente la pandemia, una fase oltre modo totalizzante per i primi cittadini. Un periodo durante il quale tutti gli sforzi erano per armonizzare e cercare di razionalizzare, svolgendo realmente il ruolo del buon padre di famiglia. Quel periodo ci ha insegnato che dobbiamo essere pronti sempre a tutto. Oggi pensiamo anche ai rincari energetici, per questo ci stiamo mobilitando con progetti di sostenibilità con le comunità energetiche, che sono il vero strumento per abbattere la povertà energetica".

Quali saranno le prime attività?

"Stiamo lavorando su tre bandi che usciranno nelle prossime settimane e mesi. Il primo riguarda l’ampliamento del parcheggio di Vagliagli, il secondo il bando delle città murate per il recupero di via Chianti ed il terzo per l’efficientamento energetico della scuola ex Mazzei ed il centro civico di Vagliagli".

Confermerà la sua giunta?

"Ancora dobbiamo chiudere alcuni aspetti. Ci siamo presi qualche giorno, ma in questa settimana daremo comunicazione dei nomi in giunta".

Lodovico Andreucci