Le tattiche Dsu sulla mensa. Ora parli Giani

Nella giornata dell'orgoglio dell'Università pubblica, si è tenuta una conferenza tra vertici dell'ateneo e stakeholders della Comunità a Siena. Si discute di una possibile soluzione per la seconda mensa, ma il rettore Di Pietra sembra scettico. Il presidente Giani dovrà prendere una decisione.

Come appuntamento della giornata dell’orgoglio dell’Università pubblica, nella sala consiliare è andata in scena la conferenza tra vertici dell’ateneo e stakeholders della Comunità. C’erano Comune, Provincia, Camera di Commercio, Policlinico, Asl, aziende di servizi, Università per Stranieri. E c’era anche l’Azienda per il Diritto allo Studio. Il presidente Del Medico ha lasciato l’incontro per impegni, ma c’era il suo portavoce. Che ha rivelato ai due rettori Di Pietra e Montanari che "il Dsu ha una soluzione per la seconda mensa a Siena, ma non sarà né semplice né veloce". L’idea è comprare un palazzo delle Ferrovie, vicino la Stazione. Soluzione che al rettore Di Pietra non piacerà. Ora tocca al presidente Giani ricevere gli atenei.