La nuova stagione al Santa Maria. Dagli Etruschi a Calvino e Tolkien

La nuova direttrice Valdambrini presenta eventi e mostre in programma da domani a fine dicembre. Il sindaco Nicoletta Fabio: "Entro novembre sarà pubblicato il bando per il consiglio d’amministrazione".

La nuova stagione al Santa Maria. Dagli Etruschi a Calvino e Tolkien

La nuova stagione al Santa Maria. Dagli Etruschi a Calvino e Tolkien

Sarà un autunno davvero speciale, per il Santa Maria della Scala. A un mese esatto dal suo insediamento (ufficializzato il 18 settembre), la nuova direttrice del museo, Chiara Valdambrini, ha presentato insieme al sindaco Nicoletta Fabio una rassegna di appuntamenti e mostre che si svilupperà fino alla fine di dicembre. Si parte già domani alle 18, con la presentazione del volume di Mauro Pratesi ‘Gioia degli Etruschi’, nel corso della quale insieme all’autore interverranno Giacomo Baldini, direttore dei musei civici di Colle di Val d’Elsa, e Anna Mazzanti, docente di storia dell’arte contemporanea del Politecnico di Milano. È fissata invece per il 28 ottobre l’inaugurazione della mostra fotografica ‘Dittici Occasionali. Ossia la ‘causalità’ dell’arte’, a cura di Lucia Simona Pacchierotti e Carlo Pennatini.

Il 23 novembre sarà inaugurata nei suggestivi Magazzini della Corticella la mostra ‘Giuseppe Gavazzi. Una perfetta coincidenza’, a cura di Mauro Civai, Andrea Sbardellati ed Enrico Toti. ‘In leggerezza. Fausto Melotti. Un omaggio a Italo Calvino’, è infine la mostra dedicata al grande scrittore, che proprio al Santa Maria della Scala (allora ancora ospedale) si spense nel 1985, che dal 6 dicembre sarà allestita a Palazzo Squarcialupi, a cura di Michela Eremita con la Fondazione Fausto Melotti, da cui provengono quasi tutte le opere in esposizione.

E poi tante iniziative. Da martedì prossimo (24 ottobre), per esempio, il complesso museale sarà il teatro per le prove dei musicisti di Amat, impegnati nell’edizione 2023 di Regeneration Opera. Eventi dedicati anche ai più piccoli, compresa una speciale ‘Caccia al tesoro al Santa Maria’ (25 novembre) e un pomeriggio con ‘Le lettere di Babbo Natale scritte da J.R.R. Tolkien’ (16 dicembre).

"La Fondazione – ha detto la nuova direttrice – si è spesa per completare l’ampia progettualità avviata a inizio anno, cercando di valorizzare temi trasversali per raggiungere un pubblico variegato. Siamo al lavoro per il 2024, con idee di mostre e iniziative che presto svilupperemo. Sarà un anno frizzante". "Il mio auspicio – ha aggiunto il sindaco Fabio – è che si realizzi una piena valorizzazione del Santa Maria e che sempre più persone visitino e apprezzino questo luogo così identitario per noi senesi, del quale l’amministrazione vuole portare avanti il recupero. Il 18 novembre, infatti, sarà inaugurato anche un tratto della strada interna, appena restaurato". L’amministrazione sta lavorando anche su un altro fronte, ovvero quello del consiglio di amministrazione della Fondazione. Il Cda del Santa Maria è infatti in scadenza per il 31 dicembre. "Confido di pubblicare il bando per il nuovo Cda – ha detto la prima cittadina – entro novembre".

Riccardo Bruni