Quotidiano Nazionale logo
13 mag 2022

La Biblioteca avrà una nuova sala lettura, spazio a mostre ed eventi

L’annuncio dell’assessore. Fazzi: "Progetto finanziato. dalla Regione; per il restauro. 900mila euro dal ministero"

Avanzo di amministrazione di 25mila euro per la Biblioteca degli Intronati, dove le attività svolte lo scorso anno, pur condizionate dall’emergenza sanitaria, hanno registrato un notevole incremento soprattutto nel settore del restauro del patrimonio, della riorganizzazione del lavoro, digitalizzazione e programmazione.

A illustrare la situazione, l’assessore al Bilancio Luciano Fazzi (foto), che ha informato su due importanti progetti: il recupero, la rifunzionalizzazione e l’allestimento di spazi attualmente non accessibili agli utenti, con lo scopo di creare una nuova sala lettura e aree idonee a ospitare mostre e iniziative fruibili da ampi e diversificati pubblici; mentre l’altro riguarda interventi di restauro della facciata, digitalizzazione e multimedialità. Il primo ha ricevuto 320mila euro dal relativo Bando della Regione, il secondo, è stato finanziato dal ministero della Cultura con 900mila euro. Per l’Archivio storico nell’ex complesso San Marco, è stato predisposto il progetto esecutivo per il recupero e la riqualificazione di diversi spazi.

"Il Comune ha erogato un contributo, inizialmente previsto in 500mila euro, poi integrato di 20mila euro per il funzionamento dell’Archivio storico comunale – ha detto Fazzi – e di un trasferimento straordinario di 43.752 euro per l’asta con cui la Biblioteca si è aggiudicata l’edizione giuntina del 1568 de ’Le Vite de’ più eccellenti pittori, scultori e architetti’ di Giorgio Vasari, annotata da Federico Zuccari; è stata acquisita inoltre la collezione, quasi completa, de “L’Eroica” (308 numeri su 310), la rivista diretta da Ettore Cozzani". Il finanziamento regionale è stato di 88mila euro, mantenuti i trasferimenti dai Comuni e Unione dei Comuni aderenti alla Rete documentaria e bibliotecaria senese (Redos). La Biblioteca è risultata, inoltre, beneficiaria dal ministero della Cultura del ’Contributo alle biblioteche per acquisto libri. Sostegno all’editoria libraria’ di circa 9mila euro e di 4.800 euro per la rete Redos. I progetti per la tutela e conservazione del patrimonio hanno interessato circa 28mila volumi e, parallelamente, è stato completato il restauro delle librerie antiche del deposito dei manoscritti e degli incunaboli e rari".

Il capogruppo di ’Per Siena, Pierluigi Piccini, ha segnalato: "Per la nuova sala di lettura ancora non c’è il progetto per l’impiantistica: inutile predisporre gli arredi se poi si devono fare i lavori. Il 5 giugno scadono i finanziamenti del ministero, attenzione a non perdere l’occasione". E all’assessore alla Cultura Pasquale Colella: "Creare al Santa Maria un centro unico di documentazione artistica, per attrarre studiosi sul territorio".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?