In duemila di corsa all’EcoMaratona. Trionfa la bellezza del Chianti assieme a Badiani e Micaela Bonessi

La sedicesima edizione dell’evento si è chiusa con successo. In gara Massimo Stano e due atleti non vedenti

In duemila di corsa all’EcoMaratona. Trionfa la bellezza del Chianti  assieme a Badiani e Micaela Bonessi

In duemila di corsa all’EcoMaratona. Trionfa la bellezza del Chianti assieme a Badiani e Micaela Bonessi

Sole e sorrisi, sport e divertimento la ricetta perfetta per concludere con successo la 16esima edizione della EcoMaratona del Chianti Classico, frutto del lavoro del comitato organizzatore con il patrocinio di Comune di Castelnuovo Berardenga, Comune di Gaiole in Chianti, Provincia di Siena, Regione Toscana e Lega Atletica Leggera UISP Siena. Dalle 9.45 di ieri Castelnuovo Berardenga ha salutato duemila runner in festa impegnati sulle distanze competitive. A seguire, partenza delle manifestazioni non competitive alle quali hanno aderito oltre mille partecipanti a caccia di emozioni, gusto e benessere sui percorsi da 6, 13 e 19 km.

I primi a presentarsi al traguardo sono stati gli atleti della Tra il Bosco e le Vigne del Chianti 13 km con Matteo Rossi (GS Orecchiella Garfagnana), che per la terza volta sale sul gradino più alto del podio. Gara fotocopia al femminile dove Elisabetta Paolini taglia il traguardo in 1h07’50” imponendosi su Francesca Mino che conquista la piazza d’onore.

Splendida volata di Girma Castelli (GS Orecchiella Garfagnana), che vince la EcoMaratonina del Chianti Classico . Per le donne vince Juliana Driutti (Mostrorun) che fa il vuoto chiudendo in 1h41’26”.

In gara i runner non vedenti Andrea Gentilini e Ivan Cappellari impegnati nella EcoMaratonina con il supporto delle guide Nazario Tramonti e Anna Lia Chiti. E anche il campione olimpico Massimo Stano.

All’intermedio del km 29 della EcoMaratona del Chianti Classico si è presentato per primo Mohamed Moro con oltre un minuto di vantaggio su Federico Badiani . Posizioni invertite con Federico Badiani che festeggia la vittoria in 3h12’57” dopo aver superato Mohamed Moro, per lui piazza d’onore in 3h14’35”.

"Sono emozionatissimo per aver portato la seconda vittoria su una ecomaratona. Rispetto al precedente questo percorso è più duro ma mi sono gestito bene e dopo aver superato Mohamed ho capito che potevo iniziare la progressione che mi ha portato a vincere".

Per le donne è stata Maria Elisabetta Lastri a dominare la gara fino al km 29 guadagnando 5’ su Martina Frassina che a sua volta aveva un vantaggio di una manciata di secondi su Elena Riccomi. Finale a sorpresa con la vittoria di Micaela Bonessi, che dalla quarta è risalita in prima posizione per andare a vincere in 4h23’11”. Seconda Maria Elisabetta Lastri in 4h27’04” e completa il podio Elena Riccomi. "Sono molto felice della mia prestazione, specialmente perché non sono un’amante delle salite, ma ancora di più di aver corso su un percorso così bello e duro", ha detto la vincitrice.