Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
19 giu 2022

In Africa l’associazione Difezi ’fa scuola’

Da Siena al Togo con il progetto ’Dissinadama’. Un aiuto alla popolazione del villaggio di Kotocoli Zongo, con il giardino d’infanzia

19 giu 2022
La grande scritta sulla parete della scuola d’infanzia in Togo con il ringraziamento all’associazione Difezi
La grande scritta sulla parete della scuola d’infanzia in Togo con il ringraziamento all’associazione Difezi
La grande scritta sulla parete della scuola d’infanzia in Togo con il ringraziamento all’associazione Difezi
La grande scritta sulla parete della scuola d’infanzia in Togo con il ringraziamento all’associazione Difezi
La grande scritta sulla parete della scuola d’infanzia in Togo con il ringraziamento all’associazione Difezi
La grande scritta sulla parete della scuola d’infanzia in Togo con il ringraziamento all’associazione Difezi

Una grande scritta che ringrazia l’associazione Difezi di Siena campeggia su un muro di una scuola in Togo. Da Siena all’Africa è il percorso compiuto ancora una volta da Tamimou Tchamolah, presidente dell’associazione di promozione sociale Difezi per aiutare quella terra natia mai dimenticata dopo l’arrivo, oltre venti anni fa, a Siena. Anche quest’ultima missione ha visto la ristrutturazione di una scuola dell’infanzia. Nel dicembre 2021 ha preso il via il progetto ‘Dissinadama’ dell’associazione senese, finanziato dalla Fondazione Prosolidar, il quarto progetto portato a termine da Difezi, in collaborazione con partner locali in Togo.

Dissinadama significa ‘aiutiamoci’, quell’aiuto necessario per ristrutturare una scuola nel villaggio di Kotocoli Zongo, alla periferia di Lomé. La scuola primaria è stata ristrutturata in due anni in diversi step ed oggi il villaggio ha quattro edifici accessibili ai bambini, una scuola dell’infanzia e una recinzione all’interno della quale i piccoli giocano in sicurezza; sono stati restaurati anche lavagne e banchi in uso nelle classi.

All’inaugurazione, oltre alla popolazione del villaggio di Kotocoli Zongo, hanno partecipato le autorità locali, l’ispettore inviato dal Ministero dell’educazione, il capo villaggio e i suoi collaboratori. "Questa inaugurazione ha permesso di sensibilizzare la popolazione locale sull’importanza del buon uso degli edifici pubblici e sull’importanza dell’educazione – sottolinea il presidente di Difezi, Tamimou Tchamolah -. Possiamo dire che l’obbiettivo è stato raggiunto, grazie alla collaborazione dei partner locali che hanno sostenuto il progetto contribuendo con il loro lavoro volontario e grazie alla Fondazione Prosolidar, che ci ha creduto".

E non finisce qui per Difezi, che chiude una missione pensando ad un’altra. "Negli ultimi anni nonostante le difficoltà, anche legate alla pandemia, il nostro lavoro non si è fermato - continua il presidente - e andremo avanti a raccogliere fondi per sostenere un nuovo progetto chiamato Soli Ingobu, cioè ‘amore per il prossimo’. Vogliamo creare una piccola cooperativa che si occupi di edilizia e di agricoltura (startup) per dare lavoro a un gruppo di dieci uomini e di dieci donne nel nord del Togo, a Sokodé. Questo permetterà alle persone di costruirsi un futuro nel posto dove sono nate, senza emigrare alla ricerca di un lavoro".

Anche questo progetto sarà realizzato con partner in Togo e con il sostegno di associazioni toscane: chi è interessato può contattare l’Associazione alla mail [email protected]

Paola Tomasoni

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?