Il commercio tra dati in calo e suolo pubblico

Confcommercio reports a steady decline in businesses due to various factors, including online shopping and decreased purchasing power. Siena needs to regain its centrality in tourism, and a debate is ongoing. The revision of public permits will take place in the coming months, addressing concerns about livability and safety.

I numeri testimoniano quello che Confcommercio definisce un "calo inesorabile": nel raffronto pre e post Covid, quindi 2019-2023, praticamente tutte le imprese sono in diminuzione. Ci sono tanti fattori esogeni (acquisti on line, inflazione, diminuzione del potere d’acquisto), ma anche endogeni, per il direttore Pracchia: "Siena deve recuperare centralità nel mondo del turismo e non solo". Il dibattito, non da ora a dire il vero, è aperto. Nei prossimi mesi, peraltro, si andrà alla revisione di tutti i permessi del suolo pubblico. Perché la deroga è prorogata per il 2024, ma a Palazzo pubblico intendono rivedere quei permessi rilasciati in automatico, in alcuni casi con poca attenzione a vivibilità e sicurezza. Immaginiamo che ci sarà di che parlare.