"Autopalio da incubo". Azione Ncc denuncia

Dopo l’ennesimo ingorgo causato da un incidente, l’associazione insorge: "Serve un piano complessivo".

"Autopalio da incubo". Azione Ncc denuncia
"Autopalio da incubo". Azione Ncc denuncia

All’ennesimo incidente sull’Autopalio Azione Ncc non ci sta e l’associazione che raggruppa una buona parte di noleggi con conducente entra a gamba tesa sul caos di alcuni giorni fa. "Ieri un altro incidente ha mandato nel caos l’Autopalio – si afferma in una nota di Azione Ncc –. Anas deve prendere provvedimenti subito e presentare un vero piano di risanamento, con scadenze ben precise e soprattutto rispettate". È quanto afferma Azione Ncc dopo l’incidente di ieri in Autopalio all’altezza di Colle Val d’Elsa che ha visto coinvolte due vetture e un autobus.

"Sono anni che segnaliamo i problemi della Firenze-Siena e lo stesso hanno fatto cittadini e Comuni: la strada è inadeguata all’attuale carico di traffico e segnata da cantieri infiniti, così anche un minimo incidente diventa un problema insormontabile – continua Azione Ncc –. Per chi come noi lavora guidando quella è una strada molto battuta, oltre ai pendolari tanti turisti si muovono fra le due città". D’altro canto la strada e le conseguenti entrate/uscite sono sempre in ordine alla cronaca per varie problematiche oltre ad incidenti. Così, la protesta si muove in modo fervente anche tra coloro che quotidianamente per motivi lavorativi la frequentano con assiduità.

"Sebbene la strada sia ad alto traffico, Anas non ha ancora preso provvedimenti veri e propri, abbiamo cercato di farci sentire più volte ma con scarsi risultati. Deve essere presentato – conclude Azione Ncc – un piano per rimettere in sesto l’Autopalio una volta per tutte". Si attendono ora risposte o, comunque, un confronto su questa svolta richiesta, ad oggi bloccata o per meglio scrivere ‘imbottigliata’.

Lodovico Andreucci