Arte e Università gli anni perduti per faciloneria

Due storie diverse, ma con protagonisti sovrapposti: la disfida sulle opere d'arte donate e la telenovela della mensa universitaria. Troppo tempo perso per accordi complicati senza risultati.

Nelle pagine che seguono raccontiamo due storie diverse, opposte per argomenti, ma con protagonisti che si sovrappongono. La prima è la disfida sulle 400 opere d’arte donate da una mecenate veneta misteriosa, da tempo chiuse nel caveau del Monte dei Paschi, in attesa di una sala per vederle esposte. La seconda è la telenovela della mensa universitaria in via Bandini, chiusa da anni e oggetto di progetti di ristrutturazione e di balletti tra Comune, Dsu e residenti nel palazzo. Le vicende sono diverse, la trama è la stessa. Troppo tempo perduto in cerca di accordi complicati, mossi dalla voglia di accontentare tutti e poi alla fine di non concludere nulla. Sisifo faceva meno fatica, a conti fatti.