DIEGO MANCUSO
Cronaca

Al via il Cantiere d’Arte. Cartellone con venti prime

Da Montepulciano al territorio: tanti eventi in programma, debuttano alla direzione artistica Gamba e Vacatello. Venerdì 12 si apre il programma.

Al via il Cantiere d’Arte. Cartellone con venti prime

Al via il Cantiere d’Arte. Cartellone con venti prime

In uno scenario culturale variegato e dalle mille forme espressive come quello che, da 49 anni, propone il Cantiere Internazionale d’Arte di Montepulciano, un punto fisso è rappresentato dall’opera che esprime l’identità di ciascuna edizione e diventa un riferimento nella memoria del pubblico e degli appassionati. L’opera che caratterizza il Cantiere 2024, che partirà venerdì 12 per estendersi fino a domenica 28, è l’atto unico ’El retablo de Maese Pedro’ (Il teatrino di mastro Pietro), scritto alla fine degli anni ’10 del secolo scorso dal compositore spagnolo Manuel de Falla e tratto da un episodio del Don Chisciotte di Cervantes.

Per questa rappresentazione, ispirata all’amico Falla da Garcia Lorca e concepita inizialmente solo per marionette (poi sostituite, dopo la prima esecuzione, del ’23, a Parigi, dai cantanti in persona), si tratta di un glorioso ritorno sulla scena del Teatro Poliziano: la stessa opera fu infatti rappresentata nel ’99, durante il 24° Cantiere, con un singolare elemento di continuità, consistente nella presenza ora come allora, al vertice dei servizi tecnici, del poliziano Gianni ’Giaccio’ Trabalzini, un professionista tipico prodotto ’cantieristico’. In cartellone sabato 13 alle 21.30 e domenica 14 alle 18, il nuovo Retablo vedrà sul podio dell’Orchestra Camerata Strumentale di Prato Michele Gamba, giovane direttore, già richiestissimo a livello internazionale, che debutta al Cantiere 2024 anche nel ruolo di direttore musicale.

Il programma concepito da Mariangela Vacatello, straordinaria musicista, anche lei esordiente come direttrice artistica della rassegna, si apre venerdì 12 con ’Installazioni sonore’, musiche di Cappelletti e Costantino, alle 10, nel chiostro del palazzo comunale; prosegue alle 19, sul sagrato della chiesa di Santa Lucia, con il sempre vivacissimo programma per bande (stavolta, la Poliziana e la Somma di Chianciano) e culmina alle 21.30, in piazza Grande, in un attesissimo concerto di apertura.

Sotto la direzione di Alexander Lonquich, l’Orchestra Regionale della Toscana e la ventenne pluripremiata violinista Angela Tempestini. Il cartellone prenderà poi il volo tra venti prime assolute, con tappe a Torrita, Montefollonico, Sinalunga, Cetona, Sarteano, Montepulciano Stazione, San Casciano dei Bagni, Trequanda e Chianciano: un abbraccio che riporta alla memoria il progetto della Valdichiana Senese, Capitale della Cultura.