Addio a Alberto Pinzuti. Autore di ’Linea verde’

Montepulciano piange la scomparsa di Alberto Pinzuti, autore di "Linea Verde" e "Made in Italy", figura chiave nella valorizzazione dell'agricoltura e dell'ambiente in Italia. Funerali celebrati a San Vittorino, la salma trasferita a Siena per la cremazione.

Addio a Alberto Pinzuti. Autore di ’Linea verde’

Alberto Pinzuti, autore di ’Linea verde’, la trasmissione che ebbe grande successo in coppia con Federico Fazzuoli

Se n’è andato uno dei protagonisti della grande stagione di ’Linea Verde’, la trasmissione televisiva della Rai che, raccolta l’eredità della leggendaria rubrica "A come agricoltura", fu capace, oltre 40 anni fa, di trasformare la percezione degli italiani di questa componente fondamentale del nostro paese.

È infatti scomparso a Montepulciano Alberto Pinzuti che fece parte di quello staff di autori che, grazie soprattutto alla conduzione di un altro toscano, Federico Fazzuoli, rese l’agricoltura una realtà attuale e coinvolgente e creò addirittura una prima consapevolezza ambientale diffusa. Pinzuti, che era stato artefice, sempre come autore, anche della fortunata serie "Made in Italy. Tesori da salvare, da valorizzare" era nato ad Acquaviva nel ’43, da una famiglia di artigiani, e coltivò subito il piacere della conoscenza; insieme all’intelligenza, questa formazione lo rese aperto e tollerante.

Nonostante la sua attività spaziasse lungo l’intera penisola, era rimasto molto legato alla sua comunità, alla quale non aveva fatto mai mancare, con sensibilità e generosità, ma con la discrezione che lo caratterizzava, un contributo di conoscenza, anche attraverso il recupero di vicende locali e aneddoti. La sua figura viveva anche attraverso l’esuberanza della moglie, la popolarissima professoressa Anna Monciotti, da sempre promotrice di iniziative per Acquaviva o attivamente partecipe in tutte le iniziative. I funerali sono stati celebrati ieri nella chiesa parrocchiale di San Vittorino, la salma è stata poi trasferita a Siena, per la cremazione.

Diego Mancuso