Una pattuglia dei carabinieri di Sarzana
Una pattuglia dei carabinieri di Sarzana

Sarzana, 17 ottobre 2020 - La sua condanna a sette anni di reclusione per violenze sessuali e maltrattamenti in famiglia commessi in Versilia fra il 2009 e il 2017 è diventata definitiva in seguito alla sentenza con cui mercoledì scorso la corte di cassazione ha respinto il suo ricorso. Un operaio sarzanese di 54 anni è stato arrestato dai carabinieri che lo hanno condotto nel carcere di villa Andreino a Spezia, dove l'uomo, finora gli arresti domiciliari, dovrà scontare 4 anni, 2 mesi e 9 giorni di reclusione. La quota della pena supera il limite oltre il quale non è possibile evitare la reclusione: per questo, la procura della Repubblica di Lucca  ha emesso l'ordinanza di custodia in carcere, eseguita dai carabinieri di Sarzana, interrompendo i domiciliari che l'uomo ha scontato per due anni e nove mesi

L'uomo  era stato condannato in primo grado nel 2018, in seguito all'arrresto avvenuto in regime di custodia cautelare nel dicembre 2017.