La morte di Paolucci "Fu buon amico di Sarzana". Il Centro Niccolò V e il Museo diocesano ricordano lo storico dell’arte

Il famoso storico dell'arte Antonio Paolucci è scomparso all'età di 84 anni. Era un grande amico di Sarzana e delle sue eccellenze culturali, come il Centro Niccolò V e il Museo Diocesano. Paolucci è stato un illustre direttore dei Musei Vaticani e un rinomato divulgatore delle arti. Sarzana lo ricorda con affetto e gratitudine per il suo contributo al patrimonio artistico e culturale della città.

La morte di Paolucci "Fu buon amico di Sarzana". Il Centro Niccolò V  e il Museo diocesano ricordano lo storico dell’arte

La morte di Paolucci "Fu buon amico di Sarzana". Il Centro Niccolò V e il Museo diocesano ricordano lo storico dell’arte

Un grandissimo storico dell’arte e un buon amico di Sarzana e delle sue eccellenze culturali. Così Egidio Banti del Centro Niccolò V e Paolo Bufano dell’associazione Firmafede ricordano Antonio Paolucci, mancato in queste ore all’età di 84 anni. "E’ stato principe degli storici dell’arte italiani e amico di Sarzana, del Centro Studi Niccolò V e del Museo Diocesano. Già soprintendente a Venezia, a Verona a Mantova e presso il Polo Museale Fiorentino è stato infine direttore dei Musei Vaticani – scrivono –. Allievo di Roberto Longhi, è stato Ministro dei Beni Culturali nel governo Dini e, dopo il terremoto dell’Umbria, commissario straordinario alla ricostruzione della Basilica di San Francesco ad Assisi. Museologo di fama mondiale e divulgatore impareggiabile, ha visitato più volte Sarzana apprezzandone il patrimonio artistico e culturale. Nel 2011 fu correlatore nel convegno ’Le origini della Biblioteca vaticana tra Umanesimo e Rinascimento (1447-1534)" organizzato nell’Episcopio di Sarzana dal Centro Studi Niccolò V. In quella occasione sottolineò del Papa sarzanese, oltre alle preziose cure del bibliofilo, l’attenzione alle arti figurative e al loro linguaggio. In quella ed in altre circostanze visitò il Museo Diocesano di Sarzana esprimendo un competente apprezzamento per il suo patrimonio artistico e per i suoi allestimenti. Il Centro Niccolò V e il Museo Diocesano si uniscono al lutto e alla preghiera".