Un anno in più per dialogare e programmare

La Provincia non abbassa la guardia sul trasporto pubblico. Autolinee Toscane ha un anno in più per programmare, ma è necessario un rapido rinnovamento e un dialogo con gli enti locali. 2024 deve essere l'anno del cambiamento.

La Provincia non abbassa la guardia sul trasporto pubblico. E fa bene. Il rinvio di un anno dello stop agli Euro 2 rimanda soltanto il problema del rinnovamento del parco mezzi e soprattutto non deve escludere un rapido miglioramento del servizio offerto. Diciamo che Autolinee Toscane ha un anno in più per programmare, ma visto che a fine 2024 andranno in pensione anche gli Euro 3 non c’è tempo da perdere. Anzi, l’anno guadagnato va speso nel segno del rinnovamento e della concertazione con gli enti locali, poco coinvolti nella cosiddetta seconda fase del piano di trasporto pubblico che sta creando non pochi problemi, fra ritardi e disservizi continui. Che il 2024 sia come minimo l’anno del dialogo.