Rogo al "Kursaal": l’ombra del dolo. Ripreso un uomo incappucciato

L’amministratore del locale, un cinese con affari nel pratese, era dentro: si è salvato lanciandosi dalla finestra

Rogo al "Kursaal": l’ombra del dolo. Ripreso un uomo incappucciato

L’incendio che ha divorato il Kursaal

Ci sono volute ore per spegnere quella fiamme. Alla fine i vigili del fuoco di Montecatini, supportati da squadre provenienti da Pistoia e Pescia, sono riusciti a domare l’incendio scoppiato all’ interno del ’Principe’, il complesso in stile Liberty emblema della cittadina termale e frequentato anche negli anni addietro da moltissimi pratesi. La possibile natura dolosa delle fiamme, che con il passare delle ore si è fatta sempre più concreta, ha destato profonda inquietudine a Montecatini e in tutta la Valdinievole.

L’allarme è stato dato ieri mattina, intorno alle 4.30, quando il crepitio delle fiamme ha svegliato tutto il quartiere, nel cuore della città. I vigili del fuoco di Montecatini sono intervenuti subito al Kursaal: al loro arrivo il rogo aveva già assunto dimensioni spaventose. Per questo sono giunti in poco tempo anche i rinforzi da Pescia e da Pistoia. Il tempestivo intervento delle squadre ha evitato la propagazione dell’incendio alle attività commerciali vicine, con il rischio che venisse coinvolto l’intero complesso del Kursaal. Solo il Giuè, all’inizio di viale IV Novembre, è stato toccato dal fuoco, riportando danni alla tenda esterna. Sul posto, per aiutare nelle operazioni di soccorso, sono giunti gli agenti del commissariato, quelli della polizia municipale e i carabinieri della Compagnia di Montecatini.

Secondo alcune testimonianze, un’ora dopo la chiusura del ’Principe’, un uomo con il volto travisato, ripreso dalle telecamere interne del locale, dopo aver forzato una porta è entrato all’interno del locale per lanciare una sorta di bomba Molotov.

Le fiamme si sono propagate subito in tutto il locale, mentre l’autore del gesto è fuggito in pochi attimi. Ai piani superiori, sempre secondo i testimoni, si trovava l’amministratore del locale che, non potendo fuggire, è stato costretto a lanciarsi dalla finestra, con gli agenti del commissariato che lo hanno ripreso al volo. Né lui né altre persone sono rimaste ferite. Sulla vicenda indagano gli operatori della squadra di polizia giudiziaria del comando provinciale dei vigili del fuoco e gli agenti del commissariato. Una prima stima indica danni per oltre un milione di euro.

Il fondo distrutto appartiene all’imprenditore montecatinese Alfredo Pasquinelli, che lo ha affittato a una società di cinesi con sede a Prato, attiva nel settore della ristorazione anche a Firenze. Ieri, non appena appresa la notizia, è venuto subito al Kursaal. "Sono sconvolto davanti a questa situazione – ha dichiarato – sembra di essere tornato indietro, prima della ristrutturazione, quando questo complesso era un cratere. A Montecatini non erano mai successe cose di questo genere".

· Altro servizio nel Qn

Daniele Bernardini