Il gip di Firenze Angela Fantechi si è riservato sulla decisione relativa alla richiesta di opposizione all’archiviazione dell’inchiesta sugli ultimi indagati in ordine di tempo per gli omicidi attribuiti al cosiddetto mostro di Firenze, l’ex soldato della Legione straniera Giampiero

Vigilanti, 89 anni e residente a Prato da anni, e per Francesco Caccamo, 88 anni, medico. La decisione è attesa nei prossimi giorni. L’opposizione alla richiesta di archiviazione avanzata dalla procura era stata presentata dall’avvocato Vieri Adriani, legale dei familiari delle vittime dell’ultimo duplice omicidio attribuito al maniaco di Firenze, i francesi Nadine Mauriot e Jean Michel Kraveichvili uccisi a Scopeti nel settembre 1985. Secondo quanto emerso, nel corso dell’udienza l’avvocato Adriani, rispondendo a una richiesta del gip ha specificato che la sua opposizione all’archiviazione riguarda la parte delle indagini relativa a Vigilanti, e non quella sul medico Francesco Caccamo. Tra le richieste avanzate, ha spiegato l’avvocato Adriani, anche quella di approfondire i rapporti tra Vigilanti e "esponenti politici di destra e della P2".