Maschere e oggetti pericolosi. Oltre un milione di pezzi sequestrati dalla finanza

L’operazione in un’azienda al Macrolotto Uno .

Maschere e oggetti pericolosi. Oltre un milione di pezzi  sequestrati dalla finanza

I controlli della Guardia di finanza in una azienda al Macrolotto che commercializzava prodotti illegali, potenzialmente pericolosi per la salute

Un altro maxi sequestro di oggetti illegali e pericolosi. E’ quello che è stato portato a termine della Guardia di Finanza di Prato che ha tolto dal mercato oltre 1.000.000 di articoli, fra maschere e altri oggetti, non in regola con gli obblighi previsti dalla normativa in materia di sicurezza dei prodotti posti alla vendita. I militari hanno effettuato numerosi servizi di osservazione e pedinamento, incrocio e sviluppo di elementi informativi acquisiti nell’ambito del controllo economico del territorio, oltre ad un’approfondita consultazione delle banche dati, individuando nella zona industriale pratese, al Macrolotto, un’azienda dedita alla commercializzazione di prodotti che non rispettavano le indicazioni di legge a tutela della salute.

Al termine dei controlli sono stati avviati i necessari approfondimenti per l’avvio dei procedimenti sanzionatori connessi alle violazioni riscontrate sui prodotti sottoposti a sequestro che, se immessi in commercio, avrebbero permesso un illecito guadagno stimabile in oltre 520.000 euro.

Complessivamente nel solo mese di febbraio sono circa 2,4 milioni gli accessori di abbigliamento e prodotti non a norma sequestrati, per un valore totale stimato in circa 850.000 euro.

Una lotta che va avanti da anni e che tiene impegnati quasi quotidianamente i militari del Gruppo di Prato con controlli a tappeto nelle aziende, soprattutto a gestione cinese, nell’area del Macrolotto.

Le verifiche andranno avanti per togliere dal mercato i prodotti che potrebbero essere dannosi per la salute e che vengono messi in vendita senza averne i titoli.