Lavori in via Pistoiese. Marciapiede e ciclabile a Viaccia e Narnali: è subito scontro

Anche un a passerella sopra la Bardena per pedoni e biciclette Cantiere da metà luglio a fine anno, i parcheggi non diminuiranno Zona 30 in via PistoieseIl. Il Pd esulta, il centrodestra attacca

Nell’immagine d’archivio un cantiere stradale

Nell’immagine d’archivio un cantiere stradale

Prato, 29 giugno 2023 – Partiranno a metà luglio i lavori di riqualificazione di via Pistoiese dal Ponte Valli (all’altezza di Borgonuovo) fino a Mazzone. Si tratta di un intervento che va a modificare l’assetto di 2,5 chilometri di strada, tracciando una bike line per il transito in sicurezza dei ciclisti.

Non solo. In vari punti verrà anche realizzato il marciapiede, garantendo così il passaggio protetto dei pedoni. L’investimento è di 720.000 euro e il cantiere dovrà terminare entro fine anno, così come richiesto dalla normativa dei finanziamenti ministeriali.

Dopo varie richieste della cittadinanza di Narnali e Viaccia, il Comune ha ricalibrato il progetto in modo da "non eliminare parcheggi". La bike line si andrà a ricongiungere con porzioni già esistenti di ciclabile. Questi tratti verranno nuovamente tinteggiati, rendendoli più visibili. L’intervento metterà in sicurezza anche il "ponte torto" in zona Mazzone.

I dettagli del progetto sono arrivati ieri nell’ambito di una seduta della commissione comunale Mobilità, richiesta dalle consigliere Pd Martina Guerrini e Monia Faltoni. Durante l’esposizione è stata annunciata anche l’approvazione in giunta dello studio di fattibilità del nuovo ponte sopra la Bardena.

Una passerella ciclopedonale che servirà ad evitare il transito dal ponte di ciclisti e pedoni, vista l’assenza di marciapiede e ciclabile. Il progetto ora sarà finanziato con la prossima variazione di bilancio del Comune. Il nuovo percorso sarà utile anche per gli studenti diretti verso le scuole medie di Narnali.

Nell’area di via Pistoiese verrà istituita anche la zona 30, provando ad arginare il fenomeno dell’alta velocità soprattutto in orario serale e notturno. a un grande intervento di riconnessone di tutta la zona ovest – dice Guerrini –-. Viaccia e Narnali dopo qualche mese di disagi per i lavori di riqualificazione potranno avere una strada più sicura, marciapiedi, che ora non esistono, e soprattutto il superamento delle barriere architettoniche di cui troppo poco si parla. Quando la progettualità incontra le persone nascono buone cose".

«Un progetto strategico che permette a tutti di muoversi in sicurezza a piedi e in bicicletta su tutta via Pistoiese – aggiunge Faltoni –. E che assieme alle connessioni con il nuovo ospedale e la riapertura del sottopasso di via Ciulli ci permetteranno di dare risposte concrete ai bisogni e alle richieste dei cittadini di Narnali e Viaccia".

Critico verso le zone 30 è invece il consigliere del Centrodestra, Claudiu Stanasel: "I danni causati dalla mobilità del nostro territorio a causa dei restringimenti delle carreggiate e delle pessime scelte fatte dalla giunta Biffoni evidentemente non sono bastati al Pd – accusa –. Ora prosegue nella battaglia ideologica sulle zone 30, annunciando provvedimenti in via Pistoiese, via Galcianese e lungo altre strade di Prato sprovviste di ciclabili. Decisioni sulle quali non c’è mai stato un vero confronto con i cittadini. Sono state delle vere imposizioni dall’alto verso i pratesi. Noi invece ci batteremo in tutte le sedi affinché questo esperimento sociale fatto sulla pelle dei pratesi non diventi mai realtà".

Stefano De Biase