La Pecci filati. Storia di tenacia

La Pecci Filati spa, storica azienda manifatturiera pratese, ha ricevuto il Premio Santo Stefano per la sua longevità e qualità eccezionale. Dopo l'alluvione del 2 novembre, ha saputo rialzarsi e ripartire, diventando un'icona del distretto. Un incoraggiamento in più per la ripresa.

La Pecci filati. Storia di tenacia

Roberta Pecci, titolare della Pecci filati filati spa

E’ stata una delle aziende maggiormente colpita dalla furia dell’alluvione del 2 novembre scorso, ma ha saputo rialzarsi e ripartire dal fango che ha inchiodato per settimane la sua attività. Il Premio Santo Stefano è sicuramente un riconoscimento alla sua longevità e ad un know how eccezionale per tutto il distretto: un sigillo per la tenacia e per la garanzia di qualità che la Pecci filati spa da decenni rappresenta per il tessile pratese. "Storica azienda manifatturiera che ha saputo rappresentare l’essenza del lavoro pratese per oltre un secolo di attività. Oggi a servizio della moda contemporanea, ha integrato i saperi dell’artigianato con la semplicità delle materie prime, creando filati unici esportati in tutto il mondo": è questa la motivazione con la quale la commissione giudicatrice dello Stefanino d’oro ha deciso di conferire il premio all’impresa, oggi capitanata da Roberta Pecci.

Il coraggio della ripresa dopo l’alluvione recente sta nella forza e nel dna di un’azienda storica, diventando una vera icona del distretto. Lo stabilimento di 20mila metri quadrati della Pecci Filati e Filati Naturali, a Campi Bisenzio, sta uscendo in questi giorni dalla morsa dell’alluvione. Obiettivo, come ha fatto sapere Roberta Pecci, è di riattivare i macchinari e riprendere in pieno la produzione interna, puntando a ripartire già dal 2 di gennaio. La prima bonifica dei macchinari, una cinquantina in tutto, è stata ultimata, lavando pezzo per pezzo, smontando le parti elettroniche ed i motori. E ora un incoraggiamento in più con il premio Stefanino d’oro, il riconoscimento che la città di Prato consegna a quelle aziende virtuose del proprio distretto capaci di avere successo nel pieno rispetto delle regole.