La classe 1953 a cena. Ritrovo ogni 10 anni

Hanno frequentato insieme l’asilo delle suore Minime poi le elementari del Comune. La promessa è ripetersi nel 2033. .

La classe 1953 a cena. Ritrovo ogni 10 anni

Il gruppo che ha partecipato alla cena. Il ritrovo della classe dei settantenni, nati nel 1953, è stato al circolo «Mestolo D’oro», addobbato per le feste natalizie

Ogni 10 anni si ritrovano per una cena e il 2023 è l’anno dei settantenni. Sono i nati nel 1953 che hanno frequentato insieme prima l’asilo delle suore Minime del Sacro Cuore di Poggio a Caiano con suor Vincenza, poi le elementari del Comune (o delle suore) e infine la media statale. Così quest’anno, dopo aver festeggiato i 50 e i 60 anni questi 70enni si sono ritrovati ancora. Gli organizzatori (Guarducci, Pagni e Piccini) nei mesi scorsi si sono cimentati nella strenua ricerca di tutti: alcuni non è stato possibile rintracciarli, altri erano assenti per motivi diversi ma tutti i partecipanti, in presenza o da "remoto" sono stati concordi nel voler organizzare questa serata conviviale.

Il ritrovo è stato, come sempre, al circolo "Mestolo D’oro", addobbato per le feste natalizie, che ha permesso di trascorrere una serata in allegria, fra ricordi e nostalgie ma in un clima di chiassosa compagnia. C’è chi aveva portato il collage di fotografie a partire dall’età dell’asilo, chi ha ripercorso attraverso la memoria, anno per anno, il cammino scolastico compiuto. E poi tante storie di vita, di lavoro, di esperienze trascorse fra Poggio e dintorni. Alla cena dei nati nel 1953 hanno partecipato: Carlo Tempestini, Moreno Lippi, Stefano Torrini, Carlo Matteucci, Piero Baroncelli, Duccio Guarducci, Paolo Buffini, Sergio Gori, Paolo Natali, Patrizia Pagni, Carlo Rindi, Riccardo Rossi, Maria Luisa Campeggi, Carla Cecchi, Nadia Biagini, Anna Piccini, Manuela Biancalani, Marco Tarducci. La serata è stata anche l’occasione per scambiarsi gli auguri di Natale. Questi ex alunni oggi sono tutti pensionati ed è stato ancora più emozionante il saluto: si sono lasciati con la promessa di ritrovarsi nel 2033.

M. Serena Quercioli