Teatri pronti a riaprire le porte. Con la zona gialla da domani torna la possibilità di accogliere nuovamente il pubblico in sala, con le opportune misure di sicurezza, e riprendere l’attività dal vivo. Una riapertura attesa e desiderata ma non priva di incognite, prima fra tutte il coprifuoco alle 22 che impone per gli spettacoli una revisione degli orari. Attesa per domani la presentazione del calendario del Metastasio per maggio e giugno, due mesi che...

Teatri pronti a riaprire le porte. Con la zona gialla da domani torna la possibilità di accogliere nuovamente il pubblico in sala, con le opportune misure di sicurezza, e riprendere l’attività dal vivo. Una riapertura attesa e desiderata ma non priva di incognite, prima fra tutte il coprifuoco alle 22 che impone per gli spettacoli una revisione degli orari. Attesa per domani la presentazione del calendario del Metastasio per maggio e giugno, due mesi che solitamente coincidono con il finale di stagione per i teatri, ieri il Politeama ha annunciato il suo primo spettacolo: venerdì 21 e sabato 22 maggio (alle 20) andrà in scena "L’alfabeto delle emozioni" un monologo di Stefano Massini. "Uno spettacolo che ho difeso con le unghie e con i denti per far sì che rimanesse in cartellone – racconta la presidente Beatrice Magnolfi - Ha un forte valore simbolico riaprire con una personalità come Massini che è stato testimone delle sofferenze del teatro dal vivo in questi ultimi mesi. Ed è una grande emozione poter accogliere nuovamente il pubblico in sala". Obbligo di prenotazione, 312 posti a fronte dei 750 disponibili in platea: da mercoledì prevendita alla biglietteria di via Garibaldi dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 16 alle 19), su TicketOne e nei punti vendita Box Office. Infine al ridotto del Politeama si lavora all’allestimento dell’annunciata mostra dedicata a Paolo Rossi, in collaborazione con Carlo Palli: 150 opere di arte contemporanea per ricordare Pablito. L’inaugurazione la prima settimana di giugno. Riparte anche La Baracca, teatro di resistenza tenacemente portato avanti da Maila Ermini che sabato 1° maggio (alle 17.30) mette in scena un testo emblematico di Simone Weil, il "Manifesto per la soppressione dei partiti politici" a cura di Maila Ermini e con Gianfelice D’Accolti. Ingresso solo con prenotazione obbligatoria. Apertura confermata il 1° maggio (alle 17.30) anche per il Borsi con lo spettacolo "Romeo e Giulietta", coreografia di Irene Sgobbo, in replica anche domenica 2. Prenotazione e acquisto solo on line. Le modalità da seguire obbligatoriamente per la riapertura sono le stesse indicate prima della chiusura dello scorso ottobre. Capienza ridotta, gel per le mani, uso della mascherina Fp2, misurazione della temperatura e tracciamento degli spettatori.

F. T.