Molesta una donna con gravi problemi psichiatrici, a 94 anni finisce a processo

Prato, l’anziano deve rispondere della pesante accusa di violenza sessuale. Diversi gli episodi contestati, uno anche all’uscita dalla messa

Un tribunale (Foto repertorio Ansa)
Un tribunale (Foto repertorio Ansa)

Prato, 7 febbraio 2024 – Una donna con gravi problemi psichiatrici è stata oggetto di pesanti molestie da parte di un conoscente, ora rinviato a giudizio per violenza sessuale. La cosa scioccante è che l’imputato ha la bellezza di 94 anni e i fatti contestati risalgono all’estate del 2022 quando di anni ne aveva 92

Secondo quanto ricostruito dalle indagini, l’anziano, residente in provincia di Prato, avrebbe più volte adescato la vittima, una conoscente con gravi problemi psichiatrici, costringendola ad appartarsi con lui nella cantina seminterrata della sua abitazione. In quelle occasioni avrebbe tentato degli approcci sessuali tirandosi giù i pantaloni e provando ad avere con lei rapporti completi. Rapporti che non si sono mai consumati per la resistenza opposta dalla vittima.

Sempre durante quei fugaci incontri in cantina, le avrebbe detto di non raccontare nulla di quanto accaduto alla sorella e alla badante che si prendeva cura di lei visto il suo stato psicologico fragile. Inoltre, nell’imputazione viene riportato un altro episodio risalente all’agosto 2022 quando il pensionato tentò un approccio piuttosto spinto nei confronti della donna. Uscendo dalla messa l’avrebbe avvicinata e, appartandosi con lei, sarebbe riuscito a spogliarla dalla vita in giù compiendo atti sessuali. La vittima, sconvolta, si è confidata con la sorella che ha sporto denuncia. Da qui l’imputazione che ha portato il pensionato alla sbarra a un’età davvero da record considerando l’accusa che gli viene mossa.