A teatro un libro in dono. Il romanzo di Johnny Cash

Sabato al Magnolfi va in scena "L’uomo in bianco" a cura di Piano B. E la casa editrice regala il testo, l’unico che il cantautore americano ha scritto. .

Non tutti sanno che Johnny Cash ha scritto un romanzo sull’apostolo Paolo. Johnny il ribelle, Johnny the man in black, contemporaneo di Elvis Presley, icona del country rock negli anni Cinquanta, voce di protesta insieme a Bob Dylan negli anni Sessanta. Quel libro ha ispirato lo spettacolo che andrà in scena sabato alle 21 al Teatro Magnolfi: "L’uomo in bianco – La storia del libro scritto da Johnny Cash" è il titolo della pièce di e con Andrea Dezi e Riccardo Bianchini, in collaborazione con Piano B edizioni, casa editrice nata a Prato nel 2008, che resiste e pubblica saggistica e narrativa. Il progetto è molto interessante: il libro di Johnny Cash sarà dato in omaggio con l’acquisto del biglietto, al costo di 12 euro (consigliata la prenotazione: 3338193514, WhatsApp o chiamare dopo le 15, o scrivere a [email protected]. La caduta e la salvezza. Ecco cosa vedeva Johnny Cash in san Paolo. Ed era come guardarsi allo specchio. Era come cantare insieme in prigione. San Paolo era l’immagine che scioglieva la contraddizione che Cash viveva dentro di sé: il desiderio di salvezza e l’ineluttabilità della caduta. Nella vita di Cash le lacerazioni prodotte dal successo, dalle droghe, dal carcere, sono sempre illuminate dalla fede, l’oscurità è sempre rischiarata dalla luce. L’uomo in bianco è la luce che vide san Paolo sulla via di Damasco, la stessa luce che Cash ha cercato dopo ogni caduta, la luce che lo spingeva a rimettersi in piedi e tornare ad essere, per tutti, "the man in black". Inconfondibile a cominciare dal timbro profondo e baritonale della voce, capace di attraversare stagioni, mode e stili musicali restando sempre fedele a se stesso, Johnny Cash (1932-2003) è una delle figure più importanti di sempre nell’ambito della musica popolare americana. E L’uomo in bianco è l’unico romanzo che ha scritto. Sabato al Magnolfi, intorno alle 22, dopo lo spettacolo, saranno i titolari di Piano B per condividere con chi vorrà questo nostro progetto dedito a dare una seconda vita, in forma diversa, ai libri. Sarà inoltre esposta una selezione di volumi della casa editrice, con possibilità di acquisto.