Voto, secondo sfidante. Nasce il gruppo Melograno. Tosi favorito candidato: "Cittadinanza partecipe"

Casciana Terme Lari. "Ho sentito molto forte la richiesta di tante persone .

Voto, secondo sfidante. Nasce il gruppo Melograno. Tosi favorito candidato: "Cittadinanza partecipe"
Voto, secondo sfidante. Nasce il gruppo Melograno. Tosi favorito candidato: "Cittadinanza partecipe"

La corsa verso le amministrative in programma il prossimo mese di giugno si fa più interessante nel comune di Casciana Terme Lari. Soprattutto, si arricchisce con molta probabilità di un altro protagonista. Dopo l’annuncio della candidatura di Chiara Ciccarè area Pd centrosinistra e la rinuncia al terzo mandato del sindaco uscente Mirko Terreni, l’associazione Il Melograno, neonata associazione, che si dichiara politico-culturale, presenterà i suoi obiettivi nel corso dell’incontro di sabato pomeriggio nella platea del teatro Giuseppe Verdi della città termale, inizio alle 16. Obiettivi, che si legge in una nota dell’associazione Il Melograno, sono molti, tra questi quello di dare vita alle prossime elezioni amministrative del mese di giugno ad una lista civica che esprima un candidato sindaco capace di dare risposte concrete ai problemi della città nata dalla fusione tra i due comuni di Casciana Terme e di Lari nel 2014. Presidente dell’associazione è Marco Faller, larigiano con un trascorso da biologo attualmente molto attivo nell’associazionismo locale.

"Vogliamo sviluppare, diffondere e valorizzare la fattiva partecipazione dei cittadini alla vita politica e culturale del nostro comune – ha detto Faller – perché il rispetto della comunità, oltreché dei diritti e dei doveri di tutti, sono obiettivi che ci stanno molto a cuore". L’idea di dare vita a una nuova associazione, si legge ancora nella nota, ha preso corpo sul finire dello scorso anno proprio in seguito alle ripetute segnalazioni e proteste di molti cittadini che sottolineavano problemi e difficoltà nella vita quotidiana rappresentata a più riprese all’amministrazione, ma rimaste inizialmente inascoltate e dopo senza soluzione. Tra coloro che per primi hanno deciso di ascoltare le esigenze dei cittadini c’è Alessandro Tosi, assessore al sociale del comune fino allo scorso mese di novembre, fino alla decisione di rassegnare le dimissioni. "Ho sentito molto forte la richiesta di tante persone che mi sollecitavano a non abbandonare definitivamente l’attività politico amministrativa – ha sottolineato Tosi – e al contrario mi invitavano ad impegnarmi nel portare avanti il percorso intrapreso quattro anni fa con l’ingresso nella giunta".

Così Alessandro Tosi sarà con molta probabilità il secondo dichiarato candidato sindaco. Un candidato, in questo caso specifico, frutto di una lista civica, fuori dalle logiche dei partiti, che aspira quindi a consensi trasversali.