La Cattedrale di Volterra
La Cattedrale di Volterra
Volterra (Pisa) 21 settembre 2019 – Riaprirà domani (22 settembre alle 17) al culto la Cattedrale di Santa Maria Assunta di Volterra dopo un imponente lavoro di restauro durato oltre due anni e mezzo. Il Duomo, che si trova nel cuore della città, celebrerà la fine di un lavoro che ha permesso un importante consolidamento e restauro: in vista delle celebrazioni per i 900 anni dalla consacrazione, avvenuta nel 1120 con Papa Callisto, oltre al restauro delle coperture, della facciata della navata laterale destra, della Cappella dell’Addolorata e del Santissimo Nome di Gesù, il progetto ha permesso di mettere in sicurezza gli impianti di luce e riscaldamento e del soffitto ligneo, di restaurare intonaci, colonne e paramenti murari esterni, gravemente corrosi dagli agenti atmosferici. Un gioiello di storia che riapre al pubblico, dunque: domani, alle 17, il vescovo Alberto Silvani celebrerà la Messa in Cattedrale e verrà consacrato il nuovo altare di alabastro, creato interamente dai maestri della pietra-simbolo della città. Durante la settimana, la Cattedrale sarà protagonista di una serie di eventi, fra cui la presentazione del restauro di gruppi scultorei e di affreschi venuti a galla durante i due anni e mezzo di cantieri.

 

Volterra (Pisa) 21 settembre 2019 – Riaprirà domani (22 settembre alle 17) al culto la Cattedrale di Santa Maria Assunta di Volterra dopo un imponente lavoro di restauro durato oltre due anni e mezzo. Il Duomo, che si trova nel cuore della città, celebrerà la fine di un lavoro che ha permesso un importante consolidamento e restauro: in vista delle celebrazioni per i 900 anni dalla consacrazione, avvenuta nel 1120 con Papa Callisto,  oltre al restauro delle coperture, della facciata della navata laterale destra, della Cappella dell’Addolorata e del Santissimo Nome di Gesù, il progetto ha permesso di mettere in sicurezza gli impianti di luce e riscaldamento e del soffitto ligneo, di restaurare intonaci, colonne e  paramenti murari esterni, gravemente corrosi dagli agenti atmosferici.

Un gioiello di storia che riapre al pubblico, dunque: domani, alle 17, il vescovo Alberto Silvani celebrerà la Messa in Cattedrale e verrà consacrato il nuovo altare di alabastro, creato interamente dai maestri della pietra-simbolo della città. Durante la prossima settimana, la Cattedrale sarà protagonista di una serie di eventi, fra cui la presentazione del restauro di gruppi scultorei e di affreschi venuti a galla durante i due anni e mezzo di cantieri.