Volterra pronta ad entrare nell’Unione Montana: "Ottimizzare i servizi"

Dopo le elezioni, i sindaci di Volterra e Pomarance delineano alleanze per l'Unione Montana nella Valdicecina, puntando su servizi ottimizzati e collaborazione tra i Comuni.

Geografia politica nel post elezioni. I sindaci Giacomo Santi (Volterra) e Graziano Pacini (Pomarance) disegnano i primi perimetri di alleanze in nome dell’Unione Montana. Volterra ne è ancora fuori, nonostante il lavoro svolto da Santi in questi cinque anni. "Entrare nell’Unione era una priorità cinque anni fa, lo è adesso – dice il sindaco Santi – ci sono state difficoltà, anche dovute alla pandemia, che hanno rallentato progetti di area. Fermo un fotogramma: il centrosinistra governa adesso non solo Volterra e Monteverdi Marittimo, ma anche Pomarance. Abbiamo fatto della Valdicecina, unita, uno dei vessilli della nostra campagna elettorale - continua Santi - le a voce dei sindaci eletti è chiara: ora serve lavorare su un asse che guardi a tutta la Valdicecina. Asse che è stato interrotto da pandemia e burocrazia".

"Entrare a far parte dell’Unione resta uno dei punti fermi, già espressi nel programma elettorale. Cosa significa per noi questo passo, cioè entrare nell’Unione Montana? Ottimizzare i servizi. Ho già parlato con il sindaco di Pomarance Graziano Pacini. Serve un asse tra Volterra e Pomarance da costruire in nome di geotermia, lavoro e cultura. Il discorso vale per tutta la Valdicecina. E’ un dialogo aperto a tutti i Comuni -chiude il sindaco Santi. Ecco la posizione del sindaco di Pomarance Graziano Pacini. ""Sono qui per il dialogo oltre gli aspetti politici. E vuol dire dialogo con la Valdicecina e con tutti i sindaci coinvolti nella partita che riguarda la geotermia. Con Volterra, c’è una linea di omogeneità a vincere le resistenze di altre fazioni. Sono qui per tutti. Le battaglie comuni sono viabilità e sanità. Per la viabilità mi riferisco alla strada 439. Facciamo quadrato anche con i Comuni dell’Alta Valdera, quindi mi appello a Lajatico, a Terricciola, a Peccioli. Perché - conclude il neo sindaco Pacini - è una battaglia che deve essere allargata anche all’Alta Valdera. Noi faremo il possibile. Per il resto, mi auguro una Valdicecina unita nell’Unione Montana, con Volterra che entra a fare parte dell’ente e con un ponte aperto verso Castelnuovo Valdicecina".

Ilenia Pistolesi