Bufera sui conti del Cral Geofor: “Restituirò tutti i soldi”. Ma scatterà la denuncia

Con un messaggio il responsabile dei prelevamenti ammette di aver sbagliato. Proseguono gli accertamenti sui conti del circolo aziendale di Geofor

Il Cral Geofor sotto la lente per dei soldi spariti

Il Cral Geofor sotto la lente per dei soldi spariti

Pontedera, 10 dicembre 2023 – Un’ammissione di colpa e la promessa a restituire i soldi entro lunedì. E’con un messaggio inviato in una chat di gruppo, si apprende, che il responsabile dei prelevamenti dal conto del circolo Cral di Geofor avrebbe ammesso di aver sbagliato: "ho fatto del casino me ne assumo ovviamente tutte le responsabilità". Intanto sulla vicenda, emersa nei giorni scorsi e che ha creato amarezza e sconcerto, tra i soci (sono 240 lavoratori dell’azienda) ancora non è stata formalizzata una denuncia. "Sarà fatta in settimana", annuncia Stefano Teotino (Ubs).

La cifra in questione è rilevante, si tratta di quasi 39mila euro: sul conto, infatti, il consiglio d’amministrazione del circolo, entrato in carica da pochi giorni, si è trovato un saldo di 19 euro. Pochi spiccioli, in buona sostanza. E’ stato così che alcuni soci e sindacalisti, anche per sostenere il consiglio di amministrazione si sono messi a disposizione per capire cosa può essere accaduto, le ragioni e le eventuali responsabilità. Quella di giovedì scorso – quando è scoppiato il caso – è stata una giornata convulsa. Il presidente in carica del circolo, con i consiglieri, alcuni soci e tutti i rappresentanti sindacali hanno rappresentato il problema ed esternato la loro preoccupazione anche all’azienda nell’incontro con l’amministratore delegato Paolo Vannozzi che ha invitato la delegazione a fare chiarezza, analizzando i conti bancari, con una precisa istruttoria interna.

All’esito di questi accertamenti Vannozzi chiesto di essere informato. L’amministratore delegato ha comunque garantito la disponibilità dell’azienda a dare il supporto necessario al Cral che è una realtà importante ed un punto di riferimento per i lavoratori. Il Cral è il circolo ricreativo dei dipendenti ed è una realtà esterna a Geofor: vive delle quote degli associati e di un contributo dell’azienda stabilito dal contratto nazionale di lavoro. Il caso, infatti, sarà all’ordine del giorno del consiglio di amministrazione del 18 dicembre, ma nel frattempo è stato avvertito dell’accaduto il presidente ed il collegio sindacale di Geofor. Intanto istruttoria e approfondimenti sui movimenti bancari continuano. Anche se, nelle prossime ore, i soldi dovrebbero tornare al loro posto.