Scuole, maxi piano dei lavori: "Sono la nostra priorità"

Il sindaco Auriemma fa il punto sulle varie criticità da far fronte "Stiamo cercando di reperire i milioni per i plessi di Montecatini e Ponteginori".

Un piano economico per le scuole del Comune che mette al centro la spinosa questione della Donegani, la struttura scolastica chiusa, con gli studenti delle medie che tutt’ora fanno lezione nei moduli prefabbricati, per cui servono 1 milione e 180 mila euro per i lavori di ripristino. E ancora: 573mila necessari per le elementari di Ponteginori, 153mila per asilo e scuola dell’infanzia del capoluogo e una cifra da capogiro, 900mila, stilata per la scuola dell’infanzia della frazione di Ponteginori. Il sindaco Francesco Auriemma ha incontrato l’istituto comprensivo di Volterra, di cui fa parte anche il borgo della miniera, per affrontare varie questioni, fra cui l’esigenza di arginare eventuali e altre fughe di iscrizioni verso gli istituti scolastici della Bassa Valdicecina.

"Le scuole come priorità per l’amministrazione comunale - dice il sindaco - la progettazione della messa in sicurezza per la media Donegani è stata completata: 700mila euro sono già stati reperiti, mentre 500mila sono in fase di reperimento. In tutto il 2024 partiranno i lavori. E’ stata comunicata la riapertura a breve della palestra comunale. Si è parlato, con la dirigenza scolastica, della possibilità di utilizzo da parte della scuola anche del campo da tennis di Ponteginori".

Nel faccia a faccia con la dirigenza scolastica, è stata esaminata la situazione degli spazi da modificare all’interno e all’esterno dei moduli per accogliere gli alunni nel prossimo anno scolastico. "Anche senza aule laboratorio la struttura della Donegani a moduli potrà offrire l’opportunità di svolgere attività informatiche e scientifiche e di potenziamento di robotica e linguistica. Inoltre la scuola si differenzia per la possibilità di vivere gli spazi all’aperto, e la sala Calderai è a disposizione della scuola per svolgere le attività del coro e altre eventuali proposte - riprende il sindaco - Durante il colloquio con la dirigente scolastica è stato affrontato anche l’aspetto legato alla presenza di alunni, oltre all’aspetto di garanzia di una didattica all’altezza e di qualità. Come detto, l’amministrazione non si è mai fermata nel cercare soluzioni reali per le scuole, affrontando le difficoltà evidenti che ci sono nel reperire i milioni necessari per i plessi di Montecatini e Ponteginori", conclude il sindaco.